Connettiti con

Biancavilla siamo noi

Appunti di ordinaria inciviltà in piazza Giovanni XXIII e via Sacro Cuore

Pubblicato

il

Blog Biancavilla siamo noi

Ma è mai possibile che questo gesto di inciviltà debba perdurare inalterato nel tempo? Ma cosa vi costa ad essere civili? Vi ricordo che siamo noi a rappresentare il paese. Naturalmente non mi rivolgo agli amici di Biancavilla Oggi.

L’appello va riferito ai benefattori di animali innocenti, padroni degli animali che non sembrano avere nessuna voglia di civiltà.

I fatti: ogni giorno in piazza Giovanni XXIII e via Sacro Cuore (parte alta) e vie limitrofe si trovano cacche di cane sparse, come se stessimo al margine di una terra di confine.

Un’abitudine davvero incivile che crea disagio e malumore nei cittadini che non possiedono animali ma anche nella stragrande maggioranza dei padroni che, con grande senso civico, si premurano di raccogliere i bisogni del proprio animale.

Il mio non vuole essere un rimprovero ma una preghiera al buon senso comune. Cari saluti agli amici di Biancavilla Oggi.

Vincenzo Greco

palo-scorticato-piazza-giovanni-xxiii

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

«Schiamazzi notturni e strade usate come urinatoi, qui non si può dormire»

Gli abitanti della zona del plesso “Marconi” si rivolgono a “Biancavilla Oggi” e lanciano un Sos

Pubblicato

il

Nemmeno di notte si può dormire in pace. Ci scrivono gli abitanti delle vie che costeggiano il plesso elementare “Guglielmo Marconi” del 1° circolo didattico. Siamo in pieno centro, a Biancavilla e la quiete è soltanto un lontano ricordo.

«Disturbi notturni con schiamazzi fino a tarda notte, musica ad alto volume, c’è chi urina nelle vie e nelle saracinesche dei garage. C’è chi butta lattine, sacchettini, plastica a terra. C’è chi lancia le bottiglie di birra e le rompe a terra».

Questo scrivono i residenti, rivolgendosi a Biancavilla Oggi, nella speranza che possa intervenire qualcuno e ponga fine ad una situazione che è diventata intollerabile.

«È impossibile da vivere questa situazione –viene sottolineato– tutto il vicinato non riesce più a dormire. Si pensava che in inverno questo “casino” si placasse, ma invece persiste».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili