Connettiti con

Politica

Parchi gioco devastati: l’opposizione chiede sistemi di videosorveglianza

Pubblicato

il

degrado-al-parco-diritti-dell-infanzia5

Devastazione al parco “Diritti dell’infanzia”, che affianca via Maria Santissima Addolorata

Parchi gioco devastati con atti vandalici. Una distruzione ai danni di strutture comunali fruite dai bambini. A Biancavilla si verificano sempre più spesso. Di contro, non si sono mai avute notizie di controlli mirati o sanzioni elevate dalla polizia municipale. Un cortocircuito che, da una parte mostra la diffusa inciviltà e, dall’altra, l’assenza di un’autorità comunale che sappia svolgere il proprio compito.

In questi giorni, Biancavilla Oggi ha mostrato e documentato con video e foto lo stato pietoso in cui sono ridotti piazza “Martiri d’Ungheria” (il servizio di Tva non ha bisogno di ulteriori commenti) e il Parco “Diritti dell’infanzia” (vergogna: nemmeno l’intitolazione si riesce a fare rispettare).

GUARDA IL VIDEO

Ecco piazza “Martiri d’Ungheria”: cittadini incivili, Comune assente

GUARDA LE FOTO

Si chiama parco “diritti dell’infanzia”, ma qui i bimbi giocano tra i rifiuti

Si tratta di due casi. Ma in realtà situazione analoghe si ripetono spesso in altri angoli di Biancavilla.

Di fronte all’incapacità di prevenire e reprimere tali episodi, i consiglieri di opposizione hanno protocollato una mozione per impegnare l’amministrazione Glorioso ad installare un sistema di videosorveglianza nelle piazze dotate di area gioco per bambini: piazza Falcone-Borsellino, piazza Sgriccio, parco “Diritti dell’infanzia”, piazza “Martiri d’Ungheria”.

«Riteniamo opportuno installare degli impianti di videosorveglianza –spiega il consigliere Mauro Mursia di Forza Italia– nei parchi giochi che sono soggetti a frequenti atti vandalici, al fine di evitare un continuo dispendio economico da parte del Comune, dovuto alla continua manutenzione, e al fine di poter garantire la sicurezza e l’incolumità dei bambini e delle persone che li frequentano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili