Connettiti con

Politica

Sicil Sapori, Nino D’Asero solidale: «Chi crea occupazione va protetto»

Pubblicato

il

«In questi casi più che le parole contano i fatti, per questo sono sicuro che il Prefetto e le forze dell’ordine faranno sentire con precisi interventi nel territorio la presenza della Stato».

Interviene così il deputato regionale biancavillese, Nino D’Asero, sull’incendio al magazzino della “Sicil Sapori” di contrada Rinazze, a sud di Biancavilla.

«Non si tratta – ha aggiunto il parlamentare, che ha manifestato vicinanza e solidarietà ai titolari – di un problema che riguarda solo la sicurezza, che coinvolge tutti, ma è anche una questione sociale e culturale: bisogna sempre garantire e proteggere chi crea occupazione».

«Quanto accaduto deve preoccuparci tutti, perché –  ha sottolineato D’Asero – un’aggressione così violenta verso una realtà produttiva va presa in considerazione non  tanto per l’episodio in se, ma soprattutto per quello che l’attività aggredita rappresenta per tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti