Connettiti con

Politica

Il sindaco blinda San Placido: proroga Dusty fino al 10 ottobre

Un gruppo di lavoratori della Dusty nel cantiere di Biancavilla

La Caruter, l’impresa vincitrice del nuovo appalto dei rifiuti, cerca un deposito per i propri mezzi. Da qui, l’ordinanza del sindaco di allungare l’attività alla vecchia ditta. Fino a dopo le festività patronali.

►Glorioso: «Risparmieremo 150mila euro al mese»

►I lavoratori: «Compatti per difendere il nostro posto»

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Ancora un’altra proroga per il servizio di raccolta dei rifiuti a Biancavilla. La decisione, con propria ordinanza, è del sindaco Giuseppe Glorioso, che stavolta ha allungato il termine dell’attività all’impresa Dusty fino al 10 ottobre.

Dopo la scadenza naturale del servizio, il primo cittadino aveva già ordinato una proroga per consentire le procedure di verifica della documentazione delle ditte partecipanti al nuovo appalto. Poi, con l’apertura delle buste delle offerte, la gara ha visto aggiudicarsi l’appalto alla ditta Caruter di Brolo. Impresa che deve avere adesso il tempo di organizzare il proprio cantiere nel centro etneo e portare i propri mezzi. Da qui, l’ulteriore decisione di Glorioso.

Ma dalla data indicata, si intuisce anche un’altra ragione. In questo modo, il sindaco “blinda” la festa per i santi patroni da possibili disservizi legati ad agitazioni e proteste degli operatori ecologici, proprio quando arriveranno decine di venditori ambulanti e le manifestazioni religiose raggiungeranno il clou con le processioni del 4, 5 e 6 ottobre.

La questione dei lavoratori che dalla Dusty dovranno transitare alla Caruter, in ossequio ad accordi quadro, è il vero nodo da sciogliere. La partita si giocherà all’Ufficio provinciale del lavoro. In questo momento, gli operatori ecologici del cantiere biancavillese, soprattutto gli ultimi assunti in ordine di tempo, si dicono in grande apprensione per la situazione di incertezza che li riguarda. La Caruter potrebbe assorbire 24-25 lavoratori, ma quelli che vengono attribuiti al cantiere di Biancavilla, secondo un elenco di nominativi stilato dalla direzione della Dusty, sono 45.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Dal Viminale “pioggia” di soldi per sistemare Viale dei Fiori e zona Scirfi

Quasi 2,5 milioni di euro per Biancavilla: uno dei finanziamenti più corposi che abbia ottenuto la città

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Il Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari interni e Territoriali, ha approvato un finanziamento al Comune di Biancavilla per 2 milioni e 485mila euro per una serie di interventi strutturali per la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico. Si tratta di uno dei finanziamenti più corposi mai destinati alla città: Biancavilla è tra i pochi comuni dell’Isola a beneficiare di un contributo di tale entità.

Per l’esattezza si tratta di 3 interventi finanziati, rispettivamente con 995, 900 e 500mila euro: per un totale di 2 milioni e 485mila euro.

«Le somme – spiega il sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno – serviranno per risolvere le criticità legate al collettore di contrada Scirfi – dove confluiscono le acque reflue – e i problemi che si concentrano su Viale dei Fiori e in altri punti sparsi della città ogni volta che si registrano piogge abbondanti».

«Il costo elevato degli interventi risolutivi –prosegue il primo cittadino– non ci ha permesso finora di poter intervenire in maniera definitiva. Grazie a questo finanziamento l’area di contrada Scirfi potrà accogliere due vasche di decantazione che regoleranno il flusso delle acque evitando le esondazioni nella parte finale del canalone. Eliminati i fattori di rischio, questo intervento apre le porte alla progettazione della Circonvallazione Sud della città».

L’altro intervento strutturale si concentra su Viale dei Fiori dove gli eventi piovosi straordinari creano problemi. «Il finanziamento – osserva Nino Finocchiaro, assessore ai Lavori pubblici e vice sindaco – ci permette di attivare un sistema di captazione delle acque che verranno dirottate grazie a una pompa di aspirazione».

Il sindaco ha ringraziato l’ing. Placido Mancari e tutto l’ufficio tecnico per la sapiente opera di programmazione. Parole di apprezzamento anche per il lavoro portato a termine dall’ufficio di ragioneria e, sul piano amministrativo, da tutto il Consiglio Comunale con il presidente Marco Cantarella.

«Grazie all’approvazione del conto consuntivo in netto anticipo rispetto a tanti altri Comuni – conclude Bonanno – la città di Biancavilla riesce a beneficiare di un finanziamento che non è esagerato definire storico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili