Connettiti con

Politica

Un parco urbano a Monte Calvario, Glorioso: «Progetto entro l’anno»

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Di ritorno da Roma, dove al ministero dell’Ambiente ha partecipato alla conferenza dei servizi sul quadro aggiornato dei monitoraggi ambientali e sulle azioni future per il completamento delle opere di bonifica del territorio, il sindaco Giuseppe Glorioso dà la notizia principale emersa dal vertice: «Tutti i dati raccolti ed aggiornati fino allo scorso giugno dicono che il livello di diffusione della fluoroedenite è nella norma e questa è una cosa che aspettavamo da tempo».

Una buona notizia, ma ce ne vuole per mettere un punto in questa storia.
«Certo, non bisogna abbassare la guardia e anzi questo ci deve spingere a completare l’opera di bonifica del territorio, portandoci dritti verso la riqualificazione di monte Calvario, per la quale mi sento di rassicurare i biancavillesi perché al ministero sono emerse finalmente le condizioni per potere presentare il progetto e poi chiedere i finanziamenti».

pippo glorioso

Il sindaco Glorioso

Un progetto per trasformare monte Calvario in un polmone verde, nel quale sotterrare i materiali potenzialmente inquinati, come richiesto fin dal 1998 da esperti e scienziati.
«Sì, l’obiettivo è proprio questo: un grande parco. Ma io vorrei inserire pure altri elementi da fare fruire ai cittadini: penso, per esempio, ad un’arena. Mi piacerebbe lanciare un concorso di idee aperto alla città».

Con quale tempistica?
«Abbiamo già pronto uno studio di fattibilità, una sorta di progetto preliminare che invieremo al ministero entro 10 giorni. Poi ad agosto chiederò una nuova conferenza dei servizi. Quindi passeremo al progetto. In bilancio stanzierò 50mila euro: serviranno ad effettuare i rilievi tecnici, che necessariamente affideremo ad una società dotata di strumentazione e mezzi idonei, e a redigere il progetto finale per essere presentato entro quest’anno».

Sono tempi stretti. Ce la farete?
«Dobbiamo farcela per non perdere i finanziamenti, che proverranno dal Cipe».

In passato, una stima indicava in 3-4 milioni di euro i soldi necessari per la bonifica di monte Calvario e la realizzazione del parco.
Non so dire ancora l’esatto importo, ma penso che presenteremo un progetto con richiesta di finanziamento superiore a queste cifre. Ci è stato fatto capire che le condizioni ci sono e non possiamo perdere questa occasione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Bonanno dà l’annuncio atteso da oltre 16 anni: «Approvato Prg di Biancavilla»

Un lunghissimo iter per uno strumento urbanistico già superato, il sindaco: «Adesso va adeguato»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Dopo un iter durato oltre 16 anni, l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente ha ufficialmente dato il via libera al Piano Regolatore Generale di Biancavilla. Gli ultimi passaggi di sorta erano state le controdeduzioni inviate dal Consiglio Comunale alla Regione.

«In altri tempi, avremmo potuto parlare di un traguardo storico ma oggi mi preme, semmai, evidenziare come siamo riusciti a condurre in porto una nave che era stata fatta arenare durante il suo tragitto», spiega il sindaco Antonio Bonanno.

Il percorso burocratico-amministrativo per l’adeguamento del Prg è cominciato durante la Giunta del sindaco Mario Cantarella.

«Abbiamo sbloccato un iter fermo da anni. E questo è un fatto. Ma questo Prg, così come ho avuto modo di sottolineare in decine di altri interventi, è anche –sottolinea Bonanno– un Piano abbondantemente sorpassato. E questo è un altro fatto».

«Siamo riusciti chiudere un capitolo che incideva anche sulla tutela della salute in riferimento alla specificità della fluoroedenite ed ai parametri di sviluppo legati alla nostra città ed al territorio».

«Assieme alla mia giunta, al consiglio comunale, alle forze politiche e sociali e di concerto ai tecnici penseremo a come migliorare un Prg che va riportato al passo con i tempi e, dunque, con le esigenze dei biancavillesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili