Connettiti con

Politica

Il gruppo “Energie per Biancavilla” investe nella formazione politica

Ciclo di incontri aperto a tutti, Marco Cantarella: «Scommettiamo sulle nuove generazioni»

Pubblicato

il

Prenderà il via, a Biancavilla, a partire da venerdì 3 novembre 2023 alle ore 19.45, la prima edizione del “Corso di formazione politica”, promosso dal gruppo “Energie per Biancavilla”. Cinque gli incontri previsti dal programma, gratuiti ed aperti a tutti i cittadini che ne vorranno prendere parte, che si terranno presso la sede del movimento politico in via Mongibello 10.

Obiettivo degli incontri, della durata di un’ora ciascuno, è quello di permettere ai partecipanti di acquisire una maggiore coscienza socio-politica, al fine di potersi cimentare con una base più solida al mondo amministrativo, economico, sociale e politico. Diversi gli argomenti che verranno trattati: da un’introduzione storica sulle dottrine politiche a tematiche quali l’ordinamento degli enti locali, l’aspetto finanziario dei comuni ai tempi del federalismo fiscale, il confronto tra generazioni senza tralasciare anche un’analisi dettagliata su “la Destra oggi”.

«Puntare sulla formazione politica delle nuove generazioni – commenta il responsabile del corso, Marco Cantarella – rappresenta il primo tassello di una buona politica. Il corso proposto, mira proprio a questo. Oggi c’è tanta approssimazione sul fronte politico, tanta inesperienza, sia a livello nazionale che a livello locale. Il risultato è rappresentato poi dalle scelte sbagliate a discapito dei cittadini. Noi rimaniamo ben radicati ad un fare politica condiviso, che parte dalla base, scommettendo sulle nuove generazioni e sulla loro formazione».

Diversi i relatori che si alterneranno durante gli incontri, tra cui l’assessore regionale Marco Falcone, l’assessore comunale Vincenzo Randazzo, il docente di Psicologia dello sviluppo dell’Università di Messina, Mario Indelicato, l’avv. Valentina Russo ed il responsabile dell’area bilancio del Comune di Biancavilla, Dino Scandura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti