18012018GOODNEWS:

«Padre Calaciura», marzo 1915-2015: album di una vita spesa per gli ultimi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Banner Foto Gallery

giosue-calaciura3


GALLERY


SCATTI INEDITI. Per i lettori di Biancavilla Oggi, i familiari di mons. Giosuè Calaciura, protagonista della vita cittadina del ‘900, aprono l’album dei ricordi. A 100 anni dalla nascita, l’intitolazione della circonvallazione nord.

di Vittorio Fiorenza

Un viaggio fotografico lungo una vita. Per la prima volta, grazie alla disponibilità dei familiari, che per i lettori di Biancavilla Oggi hanno aperto il proprio, ricchissimo album fotografico, ecco una piccola rassegna di immagini inedite sulla vita di mons. Giosuè Calaciura.

Il suo impegno di sacerdote, fino a diventare prevosto della chiesa madre. Il suo attivismo poliedrico per l’assistenza di ammalati, anziani e tossicodipendenti, dal “nuovo” ospedale alla fondazione dell’Opera Cenacolo Cristo Re. La sua attenzione verso gli ultimi, che da uomo dagli ampi orizzonti, lo portò fino in terra d’Africa. Negli scatti che qui pubblichiamo, ci sono momenti di eventi pubblici, ma anche di vita privata. C’è l’incontro con Papa Giovanni Paolo II. C’è l’abbraccio con mons. Carmelo Maglia, altro indimenticato sacerdote della Chiesa biancavillese.

Difficile riassumere in una sola photogallery la vita di «padre Calaciura», protagonista indiscusso della storia del Novecento di Biancavilla, morto nel 1998.

Domenica, a cento anni dalla sua nascita, per lui l’intitolazione della circonvallazione nord.

Per l’occasione è stato ristampato “Faville”, un libro con pensieri e riflessioni di mons. Calaciura pubblicato nel 1991 dall’Opera Cenacolo Cristo Re e che ora viene riproposto su iniziativa dei nipoti Grazia, Giuseppe ed Angela con l’integrazione di una rassegna fotografica e di una serie di testimonianze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO