Connettiti con

Pubblicato

il

Ecco la nuova chiesa “Santissimo Salvatore” di Biancavilla. In un video, curato da Salvo Diolosà e Giovanni Stissi, padre Salvatore Verzì presenta alla comunità l’interno dell’edificio sacro, realizzato con fondi della Conferenza Episcopale Italiana e un contributo del Comune.

A tre anni dall’avvio dei lavori con la simbolica posa della prima pietra, l’opera adesso è stata completata. Il 5 giugno prevista la cerimonia di dedicazione con l’arcivescovo di Catania, Salvatore Gristina, la comunità parrocchiana ed il sindaco Antonio Bonanno.

Padre Verzì specifica che, a causa del Covid, l’ingresso sarà contingentato. Ma sarà allestito un maxischermo per consentire ai fedeli e agli abitanti del quartiere di seguire la cerimonia. Intanto, il breve video mostra la nuova chiesa così come si presenta oggi. Linee moderne su progetto dell’ing. Maurizio Erbicella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Addio a fra Salvatore Barbagallo: fu docente di liturgia all’Antonianum

Aveva 67 anni: originario di Biancavilla, si era dedicato per tutta la vita al mondo accademico

Pubblicato

il

È morto all’età di 67 anni fra Salvatore Barbagallo della Provincia dei Frati Minori di Sicilia. Originario di Biancavilla, era stato docente di Liturgia prella la Facoltà teologica della Pontificia Università Antonianum di Roma.

Nato il 26 giugno 1956, nel 1992 ha conseguito il Dottorato in Liturgia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. È stato preside dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Redemptor Hominis” e professore di Liturgia presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra.

Autore di saggi, libri e articoli, nel 1996 aveva pubblicato “Iconografia liturgica del Pantokrator”, per i tipi delle Edizioni Pontificium Athenaeum Anselmianum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti