Connettiti con

Cronaca

Coronavirus, attenzione ai malintenzionati: ecco l’avviso dei carabinieri di Biancavilla

Nota diffusa dai militari di via Benedetto Croce: «Non aprite la porta a chi dice di dovere eseguire un tampone»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

La stazione dei carabinieri di Biancavilla ha diffuso un avviso, in questo momento di emergenza per l’epidemia fa coronavirus. Un invito alla massima attenzione, affinché si prevengono atti di sciacallaggio e di malintenzionati. A Biancavilla Oggi è stato chiesto di darne massima diffusione: lo pubblichiamo integralmente qui di seguito.

Si informa la gentile cittadinanza che nessun soggetto è autorizzato ad effettuare controlli in casa per eseguire tamponi e/o accertamenti sanitari di alcun genere.
 
Nel caso si dovesse presentare qualcuno, avanzando tali richieste, NON APRITE LA PORTA e componete immediatamente il 112, in quanto, con ogni probabilità, si tratta di soggetti malintenzionati.
 
Per qualsiasi spiegazione in merito potete contattare questa Stazione Carabinieri allo 095.686000 e/o all’indirizzo e-mail stct414440@carabinieri.it.

Non esitate a contattarci, saremo a vostra completa disposizione per ogni informazione.

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Commise una rapina, sconterà 5 anni: arrestato dai carabinieri di Biancavilla

L’uomo, un 40enne catanese, è stato condannato in via definitiva: i fatti risalgono al 2014

Pubblicato

il

Aveva commesso una rapina a Catania, nel maggio del 2014. Per un 40enne catanese è arrivato il conto della giustizia. Condannato, dovrà scontare una pena di 5 anni di reclusione. E ora, sono scattate le manette.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Biancavilla, dando esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dell’Ufficio Esecuzioni penali.

I militari di via Benedetto Croce hanno operato su delega della Procura della Repubblica di Catania.

Il 40enne si trovava a Biancavilla perché già temporaneamente affidato per fini terapeutici ad una comunità del posto. Adesso è stato trasferito nel carcere catanese di piazza Lanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili