Connettiti con

Scuola

Alexandra, alunna della “Sturzo” vince il premio Coco per le scuole

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

“Ingresso Sturzo” di Alexandra Barzoiu della scuola media “Luigi Sturzo” di Biancavilla è l’opera che si è aggiudicata il premio “Coco ed altre matite per Biancavilla” assegnato da EtnaComics, festival internazionale del fumetto e dell’arte pop.

Il concorso, voluto dall’associazione CocoComics e dalla Pro Loco di Biancavilla, ha coinvolto gli alunni biancavillesi alla scoperta del geniale vignettista biancavillese, scomparso nel 2012 dopo una vita passata a collaborare con giornali e riviste di prestigio. Una scoperta che ha spinto tutti i partecipanti a produrre un disegno alla maniera di Coco. I risultati sono stati più che stupefacenti, ben oltre ogni aspettative. Da ogni scuola sono arrivate elaborazioni “scolastiche” degne di essere assimilate allo stile del grande artista.

Tra le diverse proposte, da Biancavilla, le associazioni guidate da Placido Lavenia e Francesco Di Mauro, hanno ricevuto le “nomination”, oltre al disegno di Alexandra Barzoiu, anche “Biancavilla Pop” di Tommaso Rescigno e Antonio Marino (“Sturzo”) e “Realtà surreale” di Elisabetta Nicolosi e Serena Caruso (“Sturzo”) e “I picciriddi” di Giada Mancari (“Bruno”).

Il premio finale è andato ad Alexandra, capace di riprodurre un disegno in chiave “pop” sulla chiusura della propria scuola a seguito del terremoto dell’ottobre 2018, che tanti disagi e lacerazioni ha creato in paese. Un riconoscimento prestigioso assegnato da una giuria di esperti del settore.

A parte le quattro menzionate, altre opere significative sono state “Il manipolatore di idee” di Matteo Catanzaro (“Bruno”), “Fermata metro Colombo” di Antonio Tropea (“Sturzo”) e “Segni di Coco” di Angelica Pastanella (“Sturzo”).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Lotta alla violenza: a Biancavilla alunni “immedesimati” nel ruolo di vittime

All’Ipsia incontro con riflessioni, analisi e soluzioni: studenti sollecitati ad una sana educazione affettiva

Pubblicato

il

Si e tenuto all’Ipsia di Biancavilla, all’indomani della Giornata mondiale contro bullismo e cyberbullismo, l’incontro degli alunni con l’associazione “Forlife”. L’intento del centro di ascolto antiviolenza è la sensibilizzazione dei ragazzi sui temi del contrasto ad ogni fenomeno di violenza e sull’educazione emotiva. Temi su cui da anni l’associazione è impegnata nelle scuole del nostro territorio.

Un’occasione di riflessione, quella offerta dall’istituto scolastico biancavillese, sulla violenza di genere. I ragazzi hanno condiviso le loro esperienze e sono stati coinvolti in prima persona nelle attività proposte dai membri dell’associazione “Forlife”. I ragazzi si sono così espressi sull’argomento, analizzando le cause del fenomeno, elaborando strategie e soluzioni e immedesimandosi nel ruolo di vittima mediante la tecnica del “roleplaying”. Hanno acquisito così la consapevolezza del valore proprio e altrui, esprimendo il desiderio di vivere in una società senza violenza.

L’incontro è stato voluto dalla dirigente Giuseppina Morsellino, dalla responsabile di plesso Giuseppina Pulvirenti e dalla referente per bullismo e cyberbullismo, Loredana Ricceri. La fase preparatoria è stata seguita dalle specialiste in relazioni d’aiuto, Elisa Romeo, Martina Calcagno e Carmen Arena. «L’importanza dei limiti, custodisci il tuo cuore e i tuoi pensieri più di ogni altra cosa: da come pensi, dipende la tua vita».

In particolare, gli studenti sono stati invitati a riflettere sull’importanza di avere relazioni affettive sane, centrate sull’autostima e sul netto rifiuto di insulti, soprusi, umiliazioni e violenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA   

Continua a leggere

I più letti