Connettiti con

Scuola

Alexandra, alunna della “Sturzo” vince il premio Coco per le scuole

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

“Ingresso Sturzo” di Alexandra Barzoiu della scuola media “Luigi Sturzo” di Biancavilla è l’opera che si è aggiudicata il premio “Coco ed altre matite per Biancavilla” assegnato da EtnaComics, festival internazionale del fumetto e dell’arte pop.

Il concorso, voluto dall’associazione CocoComics e dalla Pro Loco di Biancavilla, ha coinvolto gli alunni biancavillesi alla scoperta del geniale vignettista biancavillese, scomparso nel 2012 dopo una vita passata a collaborare con giornali e riviste di prestigio. Una scoperta che ha spinto tutti i partecipanti a produrre un disegno alla maniera di Coco. I risultati sono stati più che stupefacenti, ben oltre ogni aspettative. Da ogni scuola sono arrivate elaborazioni “scolastiche” degne di essere assimilate allo stile del grande artista.

Tra le diverse proposte, da Biancavilla, le associazioni guidate da Placido Lavenia e Francesco Di Mauro, hanno ricevuto le “nomination”, oltre al disegno di Alexandra Barzoiu, anche “Biancavilla Pop” di Tommaso Rescigno e Antonio Marino (“Sturzo”) e “Realtà surreale” di Elisabetta Nicolosi e Serena Caruso (“Sturzo”) e “I picciriddi” di Giada Mancari (“Bruno”).

Il premio finale è andato ad Alexandra, capace di riprodurre un disegno in chiave “pop” sulla chiusura della propria scuola a seguito del terremoto dell’ottobre 2018, che tanti disagi e lacerazioni ha creato in paese. Un riconoscimento prestigioso assegnato da una giuria di esperti del settore.

A parte le quattro menzionate, altre opere significative sono state “Il manipolatore di idee” di Matteo Catanzaro (“Bruno”), “Fermata metro Colombo” di Antonio Tropea (“Sturzo”) e “Segni di Coco” di Angelica Pastanella (“Sturzo”).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Centrato un altro finanziamento: per due scuole di Biancavilla 700mila euro

Fondi del ministero dell’Istruzione ottenuti dal Comune per le palestre della “Sturzo” e della “Don Bosco”

Pubblicato

il

Sono stati dichiarati ammissibili a finanziamento i due progetti presentati dal Comune di Biancavilla al Ministero dell’Istruzione per la riqualificazione delle palestre delle scuole “Sturzo” e “Don Bosco”. Nell’elenco dei progetti “ammissibili”, i due che riguardano la città di Biancavilla sono rispettivamente al 4° e al 38°posto. Si tratta di 700mila euro complessivi – 350 per ciascun intervento – che daranno un volto nuovo alle due strutture sportive.

Si tratta di interventi di riqualificazione e messa in sicurezza. Nelle due palestre, pertanto, sarà sostituito il tappeto calpestabile e sostituiti tutti gli infissi che non garantiscono un’adeguata impermeabilizzazione.

«Con 350mila euro a disposizione per ogni palestra – spiega l’assessore Luigi D’Asero – daremo priorità agli interventi più urgenti. Rimetteremo a nuovo le strutture che garantiscono ai bambini e ai ragazzi delle scuole l’accesso allo sport».

«Una volta ricevuto l’ok definitivo dal Ministero – prosegue il sindaco Antonio Bonanno – la mia amministrazione provvederà, quindi, a stilare un elenco dettagliato degli interventi previsti. Da sottolineare il grande lavoro dei tecnici e degli uffici comunali che si occupano di edilizia scolastica. In poco tempo sono riusciti a redigere degli studi di fattibilità che adesso, con il via libera del Ministero dell’Istruzione, si tradurranno in progetti per il miglioramento di due palestre scolastiche».

«È apprezzabile, e lo ringrazio per questo, il grande lavoro di coordinamento portato a termine dall’assessore D’Asero. La notizia che altri 700mila euro arrivino alla città di Biancavilla –conclude Bonanno– conferma, infine, per l’ennesima volta la bontà del lavoro di tutta la squadra amministrativa nel sapere attrarre investimenti per il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili