Connettiti con

Cultura

Una ricca “Settimana del libro” con incontri, quiz, letture e flash mob

Pubblicato

il

giornata-mondiale-del-libro-villa-delle-favare

Foto dei gruppo dello scorso anno a Villa delle Favare dei partecipanti alla prima edizione organizzata dall’associazione “Luigi Sturzo”

Dopo il successo registrato lo scorso anno, ecco la seconda edizione organizzata dall’associazione “Luigi Sturzo” con appuntamenti a Biancavilla e ad Adrano.

 

Al via sabato 23 aprile la seconda edizione della settimana del libro promossa dall’Associazione “Luigi Sturzo” di Biancavilla in collaborazione con le scuole medie, elementari e superiori presenti sul territorio, Penelope Sicilia, Cus Catania, Ricominciare, Leo Club Adrano Bronte Biancavilla, convento “San Francesco” di Biancavilla, Etnawild e Yvii party.

Apre la settimana “Quizza il libro”, quiz a premi rivolto agli studenti delle scuole superiori, organizzato presso l’Istituto “Pietro Branchina” di Adrano.

I giorni seguenti saranno dedicati a ai murale d’autore e al flash mob, a Biancavilla presso le scuole Sturzo, Bruno, Maria Ausiliatrice, San Giovanni Bosco e il Liceo delle Scienze Umane.

Il Leo club promuoverà ed organizzerà “Leggi Leo”, cena di beneficenza del 28 aprile, presso il pub bb king Biancavilla e la lettura animata del libro “Il piccolo principe”, nella giornata del 2 maggio, presso il 2° circolo didattico – plesso via dei Mandorli.

La manifestazione ospita anche la presentazione del libro “Storie di uomini e vite d’eroi, Adernò e la Grande Guerra” di Alessandro Montalto (pubblicato per le Edizioni Efesto) con la partecipazione del prof. Antonino Alibrandi e la giornalista Valeria La Rosa, presso l’Associazione Combattenti e Reduci “Domenico Sanfilippo” di Adrano.

Tre gli appuntamenti previsti dalla rassegna letteraria “Stilografiche di primavera”.

Il primo si svolgerà mercoledì 4 maggio e sarà dedicato allo sport. Vedrà la partecipazione del Prof Alfio Cazzetta, che illustrerà il suo ultimo libro “La resistenza negli sport individuali e di squadra” con la presenza del prof. Luca Di Mauro, presidente del CUS Catania, e del prof. Ignazio Russo.

Il secondo appuntamento si svolgerà venerdì 6 maggio presso il convento San Francesco di Biancavilla e sarà dedicato alla presentazione del libro “Poesie-preghiere da San Francesco ad oggi” con la presenza dell’autrice Maria Pia Risa e la partecipazione del giornalista Giuseppe Vecchio.

Il terzo appuntamento organizzato da Penelope Sicilia si svolgerà il 25 maggio, nell’ambito della Giornata mondiale dei bambini scomparsi, e sarà dedicato alla presentazione del libro “Sottratti, storie giudiziarie di famiglie negate” con la presenza dell’autore Giuliano Rotondi.

L’Associazione Sturzo esprime «piena soddisfazione per il programma proposto e si dice convinta che la manifestazione possa contribuire alla crescita culturale del territorio». La manifestazione ha ricevuto il gratuito patrocinio del Comune di Adrano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura

“Nicolò”, il film realizzato dal Cgs Life di Biancavilla sul santo eremita

Il lungometraggio, diretto da Armando Bellocchi, proiettato al Palazzo dei Congressi di Taormina

Pubblicato

il

Si intitola “Nicolò” ed è stato realizzato dal Cgs Life di Biancavilla con il patrocinio della Regione Sicilia. È il lungometraggio dedicato al patrono di Adrano.

Due paesi siciliani si sono ritrovati nel nome di Nicolò Politi, nato ad Adrano nel 1117 e proclamato santo nel 1507 da Papa Giulio II. I cittadini di Adrano e Alcara Li Fusi, assieme ai rispettivi sindaci e ai vescovi delle due diocesi, hanno assistito all’anteprima del film. La proiezione è avvenuta a Taormina, nel Palazzo dei Congressi.

Il film è diretto da Armando Bellocchi, docente e musicista di Biancavilla. Narra della vita del santo eremita di Adrano, interpretato da Antonio Distefano, che rifiuta un matrimonio combinato dai genitori – nobile famiglia locale – per rispondere alla chiamata di Dio. Nicolò giunse nel territorio alcarese nel 1137 per trovare rifugio in una spelonca rocciosa del Monte Calanna.

«Al casting del film – spiega il regista Bellocchi – hanno partecipato le cittadinanze dei due paesi, la cui devozione nei confronti del santo non è mai venuta meno».

Adrano e Alcara Li Fusi furono al centro di una disputa sulle reliquie dell’eremita. Il film “Nicolò” sigla in maniera definitiva la pace tra le due comunità nel nome del santo venerato da entrambi.

Analoga operazione culturale, il Cgis Life l’aveva compiuta nel 2014, realizzando un film su San Placido, patrono di Biancavilla, con il coinvolgimento del circolo di devoti. Una pellicola ambientata non soltanto a Biancavilla, ma anche a Montalbano ed in località siciliane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili