Connettiti con

Chiesa

In pellegrinaggio per San Placido da Biancavilla a Castel di Lucio

Pubblicato

il

biancavillesi-a-castel-di-lucio-per-san-placido2

I devoti biancavillesi durante la celebrazione nella chiesa di Castel di Lucio

Gruppo di devoti biancavillesi per un’intera giornata nel piccolo paese del Messinese per i festeggiamenti estivi del patrono. Una festa che si inserisce nel quadro del Giubileo Placidiano per i 1500 anni dalla nascita del santo.

 

Biancavilla e Castel di Lucio, accomunati da San Placido. Tra il centro etneo ed il piccolo centro del Messinese, da anni ormai si intrattengono rapporti di amicizia nel nome e nella devozione per il comune patrono. Ed oggi un gruppo di biancavillesi ha partecipato ai festeggiamenti estivi che si svolgono a Castel di Lucio in onore del santo.

È stato il Circolo “San Placido” di Biancavilla ad organizzare un pullman. Il gruppo, con il proprio stendardo, accompagnato dal presidente Antonio Spedalieri, ha partecipato in mattinata alla solenne celebrazione presso la chiesa madre di Castel di Lucio. La messa è stata presieduta dal parroco Carmelo Lipari e da mons. Angelo Oteri (che ha guidato una delegazione di messinesi). La celebrazione è stata preceduta dall’intronizzazione della statua di San Placido sull’altare maggiore, un momento esaltante sottolineato dal canto dell’inno da parte dei fedeli che hanno gremito la chiesa.

Nel pomeriggio, processione del simulacro del santo per il centro storico e le chiese del paese. Anche per questo momento, il gruppo di biancavillesi ha partecipato con lo stendardo del circolo.

Il pellegrinaggio e la festa si inseriscono nel vasto programma del Giubileo Placidiano che celebra i 1500 anni della nascita del santo (Roma 515) e per il quale Papa Francesco ha concesso l’indulgenza plenaria a quanti visiteranno la Cappella del Santo presso la Chiesa Madre di Biancavilla.

biancavillesi-a-castel-di-lucio-per-san-placido

Lo stendardo del Circolo “San Placido” di Biancavilla in processione per le vie di Castel di Lucio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Incontro ecumenico a Biancavilla per l’unità delle Chiese cristiane

In basilica momento di preghiera con l’arcivescovo Luigi Renna ed altri rappresentanti religiosi

Pubblicato

il

Si è tenuta in Chiesa Madre a Biancavilla, per il secondo anno consecutivo, la celebrazione ecumenica della parola di Dio, momento ecumenico di preghiera promosso dalla diocesi etnea e dal consiglio ecumenico delle Chiese di Catania.

L’evento segna l’inizio della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e farà tappa anche a Bronte e Paternò, per poi concludersi a Catania il 25 gennaio.

Assieme all’arcivescovo catanese Luigi Renna e a don Antonino De Maria, direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, riuniti esponenti delle chiese anglicana, avventista, copta egiziana, esercito della salvezza, evangelica battista, luterana e valdese, ortodossa romena e dei patriarcati di Costantinopoli e Mosca.

Richiamata la vocazione ecumenica di Biancavilla, l’arcivescovo ha definito il cammino ecumenico prioritario e imprescindibile nella vita e nella preghiera dei cattolici.

Si è poi soffermato sul tema oggetto di riflessione quest’anno, tratto dal Vangelo di Luca: “Amerai il Signore Dio tuo… e il prossimo tuo come te stesso”. Occorre incontrare e accogliere – ha affermato Renna – le altre comunità cristiane amandosi gli uni e gli altri, secondo il duplice comandamento dell’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti