Connettiti con

News

La circonvallazione nord diventa «Via Monsignor Giosuè Calaciura»

Pubblicato

il

La circonvallazione nord di Biancavilla da ieri è «Via Monsignor Giosuè Calaciura». L’importante arteria stradale, che inizia dallo svincolo per la Ss 284, è stata dedicata all’illustre sacerdote biancavillese, fondatore dell’Opera Cenacolo Cristo Re e protagonista della vita cittadina dello scorso secolo per il suo impegno assistenziale nei confronti di ammalati, anziani, tossicodipendenti, poi esteso anche in terra d’Africa.

►GUARDA LA GALLERY

Per un’intera giornata, il centro etneo ha voluto ricordare «padre Calaciura», nella ricorrenza del Centenario della sua nascita.

►LEGGI LA BIOGRAFIA

In mattinata, in chiesa madre, di cui fu prevosto, messa presieduta dall’arcivescovo e nunzio apostolico, Alfio Rapisarda, assieme al vescovo emerito di Acireale, Pio Vigo.

Pomeriggio, cerimonia di intitolazione con scopertura della targa commemorativa alla presenza dell’arcivescovo di Catania, Salvatore Gristina, del sindaco Giuseppe Glorioso, e dei nipoti di Calaciura: Grazia, Pippo ed Angela.

Poi, a Villa delle Favare conferenza con interventi e testimonianze. Commossi i ricordi di chi lo ha conosciuto o ha lavorato al suo fianco: dal prevosto Pino Salerno a don Francesco Furnari, da Giosuè Greco a Salvuccio Furnari e a mons. Gaetano Zito, vicario episcopale per la cultura dell’Arcidiocesi di Catania.

►LEGGI LE TESTIMONIANZE

intitolazione-via-mons-giosue-calaciura-i-nipoti

I familiari di mons. Calaciura dopo la scopertura della targa commemorativa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lesioni cutanee, a Biancavilla incontro formativo sulla medicina rigenerativa

Casi cronici destinati ad aumentare: evento rivolto agli operatori sanitari organizzato dalla Fials

Pubblicato

il

Biancavilla protagonista della sanità provinciale. A Villa delle Favare il primo evento formativo sulla medicina rigenerativa e le nuove ricerche per la cura delle lesioni cutanee.

Un evento promosso dalla Fials Catania guidata dal segretario provinciale, Agata Consoli, e organizzato dal gruppo dirigente di Biancavilla, Nicolò Nicolò, Vincenzo Lanza, Giusi Cusmano, con il supporto locale, tecnico e organizzativo di Vincenzo Amato. Tutti lavoratori che operano quotidianamente presso l’ospedale di Biancavilla. 

«Abbiamo voluto questo evento – spiegano gli organizzatori – perchè è richiesto a gran voce sia dagli operatori sanitari sia dai professionisti che si occupano della formazione, per mettere in luce la buona sanità che esiste ed è presente anche a Biancavilla e in tutto il territorio del distretto, che comprende Bronte, Adrano e Paternò. L’interesse della Fials è di porre al centro dell’assistenza il paziente, che necessita di cure adeguate e di professionisti costantemente aggiornati sulle linee guida internazionali. Ciò si può ottenere unendo le forze, l’impegno e il dialogo».

In Italia due milioni di persone sono affette da lesioni croniche cutanee e il numero è destinato ad aumentare con la crescita della popolazione ultraottantenne. L’obiettivo del corso è formare gli operatori sanitari e prepararli alle nuove sfide del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti