Connettiti con

News

Cancellati i posti letto di “Ortopedia”: nuovo allarme per il “M. Ss. Addolorata”

Dopo i timori delle scorse settimane, la decisione dell’Asp diventa esecutiva: sperimentazione di due mesi

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Il reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” chiude. Una decisione, da sperimentare nell’arco di due mesi (a partire dal 19 dicembre), che si inquadra in una più articolata riorganizzazione che coinvolge anche gli ospedali di Bronte e Paternò. Nelle settimane scorse, la decisione era stata “congelata”. Adesso, una nuova nota -di cui Biancavilla Oggi ha avuto copia- ne dispone l’applicazione.

L’atto porta la firma del direttore del Dipartimento ospedalità pubblica e privata dell’Asp di Catania, Salvatore Scala. E in sostanza, rende esecutiva la precedente nota del 25 novembre, a firma del direttore generale, Maurizio Lanza, e del direttore sanitario, Antonio Rapisarda: «Tenuto conto della carenza di dirigenti medici di Ortopedia, nella totalità attualmente 5 unità in servizio, si rende necessario predisporre una riorganizzazione della gestione del personale ricadente sulle unità operative dei presidi ospedalieri».

Cosa prevede la riorganizzazione? La nota originaria specifica che «i posti letto ricadenti sui tre presidi ospedalieri vengano unificati presso l’ospedale di Paternò».

Per l’attività di coordinamento si indica il dott. Giuseppe Angelo Reina, nella qualità di direttore del dipartimento di Chirurgia.

«Alla fine dei due mesi di applicazione di tale organizzazione –viene ancora specificato– si propone una rivalutazione delle necessità sanitarie, anche in considerazione della presenza, nel presidio ospedaliero di Biancavilla, del reparto di Rianimazione».

Nonostante la puntualizzazione di quest’ultimo elemento, a Biancavilla non mancano già i timori. La preoccupazione è quella che alla fine dei due mesi, lo scippo di un reparto storicamente considerato un fiore all’occhiello del “Maria Santissima Addolorata” possa prolungarsi o, peggio, diventi definitivo.

AGGIORNAMENTO

►Ortopedia, le precisazioni dell’Asp: «Nessuna soppressione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lavori “grossolani” in viale dei Fiori, il Comune valuta sanzioni alla ditta

Si tratta di opere per la rete telefonica di un’impresa privata, sul posto l’intervento dei vigili urbani

Pubblicato

il

Lavori lasciati in modo grossolano, con la conseguenza di creare fessure sull’asfalto. Al di là dell’aspetto estetico, non sono mancati i disagi. Siamo in viale dei Fiori, a Biancavilla. Gli interventi in questione non hanno a che fare con il Comune, ma riguardano collegamenti per la telefonia. Sono stati eseguiti da una ditta per consentire l’allaccio alla rete di un centro commerciale.

Peccato che così come sono stati lasciati hanno creato disappunto tra gli automobilisti. «Questa è la situazione attuale in viale dei Fiori, una vera vergogna», ci segnala un nostro lettore.

Sul posto, per la cronaca, sono intervenuti agenti della polizia locale. Dal Comune si fa sapere che si sta valutando la possibilità di contestare i lavori all’impresa ed eventualmente provvedere alla relativa sanzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili.