Connettiti con

In città

A Biancavilla esplode la passione per il padel: formata una squadra ambiziosa

La “Bombonera UCM” partecipa alla Coppa Italia, il presidente Arona: «Portiamo in alto il nome della città»

Pubblicato

il

Anche a Biancavilla esplode la passione per il padel. Nel nostro paese si è formata una realtà che raccoglie moltissimi appassionati o semplici curiosi. Tutti spinti dalla volontà di volersi cimentare con lo sport del momento. Parliamo della “Bombonera”, struttura a nord di Biancavilla, in contrada Picardo, che vanta già un notevole afflusso. Donne e uomini di ogni età, affascinati da questo sport.

E allora, cavalcando l’onda, i proprietari della struttura, con il presidente Giuseppe Arona (affiancato da Alfio Petralia e Placido Vercoco), hanno deciso di creare la prima squadra di padel di Biancavilla.

È Nata così la “Bombonera UCM”. Il team è capitanato da Arturo Longo e vede tra le proprie fila, come punta di diamante, lo spagnolo Agustin Romero Perez, vero lusso per la categoria. La squadra partecipa alla Coppa Italia nel girone A della provincia di Catania e affronterà realtà già collaudate, sicuramente con molta più esperienza.

Ma questo non sarà un problema, come spiega a Biancavilla Oggi proprio il presidente Arona: «Abbiamo visto il crescente successo che questo sport sta avendo a livello nazionale. Sono molto felice che anche a Biancavilla si stia creando un bel movimento. Abbiamo deciso di iscrivere la squadra alla Coppa Italia con l’obiettivo di superare il girone e confrontarci con le altre realtà siciliane».

Oltre ai già citati Longo e Romero Perez, fanno parte della squadra Salvatore Scaccianoce, Giuseppe Catalfo Giuseppe, Antonio Messina, Giuseppe Borzì e Placido Vercoco.

«Ma questo è solo l’inizio, perché –sottolinea Arona– vogliamo essere il punto di riferimento nella crescita di questo sport nel nostro paese. Vogliamo portare in alto, anche nel paddle, il nome di Biancavilla. Ovviamente abbiamo bisogno dell’aiuto dei biancavillesi. Per questo, invito gli appassionati a sostenerci nelle gare casalinghe, venendo a tifare per la squadra della nostra città».

Padel, benefici fisici e mentali

Il padel (o paddle) è una disciplina che si pratica con una racchetta a piatto solido. Per questo è simile al tennis, anche se il campo è meno della metà nelle dimensioni. Oltre all’aspetto sportivo e all’esercizio fisico per migliorare coordinamento, agilità e reattività, il padel rappresenta un’occasione di socializzazione con benefici fisici e psicologici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

Riconoscimento al dott. Calaciura per il suo impegno nella sanità

Targa consegnata al medico biancavillese in occasione di un incontro del Lions club

Pubblicato

il

Si è distinto per «il suo impegno sanitario svolto con disponibilità e competenza a favore della Comunità». Sono queste le motivazioni del riconoscimento dato al dott. Giuseppe Calaciura, medico biancavillese, già direttore generale dell’Asp di Catania. Al dott. Calaciura consegnata una targa, in occasione di incontro sulla Sanità, organizzato dal Lions Club Adrano Bronte Biancavilla, presieduto da Graziella Portale.

Le motivazioni che hanno spinto i soci dell’associazione a questo riconoscimento sono state enunciate dal past president Giosuè Greco, promotore dell’evento assieme a Salvuccio Furnari, che ha moderato l’incontro.

Il confronto si è svolto nella sala consiliare di Biancavilla. Tanti gli operatori sanitari e cittadini, che hanno apprezzato il gesto del Lions verso l’autorevole personalità biancavillese.

L’incontro si è incentrato sul tema “Sanità pubblica e privata, un’integrazione possibile?”. Sono intervenuti il direttore sanitario dell’Asp CT, Antonino Rapisarda, e il presidente regionale Aceres, Michele Sciuto.

Evidenziate le cause delle criticità in atto: le lunghe liste di attesa, le dimissioni e la carenza di personale. Ma anche i sovraffollamenti nei Pronto Soccorsi.

Espresso l’auspicio di una revisione della rete ospedaliera e della medicina territoriale. L’intento è dare seguito alle disposizioni che stanno maturando in ambito regionale per una proficua collaborazione tra Pubblico e Privato. Ne trarrebbero benefici i cittadini bisognosi di cure sanitarie e garantire il diritto costituzionale alla salute.

Presenti il sindaco Antonio Bonanno, il presidente del Consiglio Comunale Gianluigi D’Asero, il presidente di zona Lions, Dino Distefano, il dirigente Asp Franco Luca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti