Connettiti con

Scuola

Il 2° Circolo “chiama” Biancavilla per promuovere la “Festa dell’albero”

Pubblicato

il

Un momento dell’edizione dello scorso anno

“Il futuro non si brucia”. Serie di iniziative programmate per la giornata del 21 novembre con l’obiettivo di sensibilizzare ad uno sviluppo equo, solidale e sostenibile.

 

di Alessandro Rapisarda

Ci sarà una caccia al tesoro e gli alunni si esibiranno in canti e recita di poesie. E soprattutto non mancherà un’opera di pulizia, oltre alla messa a dimora di alberelli in diversi luoghi di Biancavilla. È la “Festa dell’albero”, promossa ed organizzata dal Secondo circolo didattico diretto da Benedetta Gennaro.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di educazione ambientale programmate dai referenti di Circolo del progetto (gli insegnanti Santangelo, Quattrocchi e Furnari).

Tutte le classi di scuola primaria e le sezioni di cinque anni di scuola d’infanzia saranno impegnate, assieme ad una rappresentanza di genitori, in una serie di momenti. Quest’anno il tema è “Il futuro non si brucia!”.

Il programma coinvolge pure le altre scuole cittadine (dal Primo circolo didattico all’Istituto comprensivo “Antonio Bruno” e alla scuola media “Luigi Sturzo”), così come i frati del convento San Francesco e l’ospedale “Maria Santissima Addolorata”, luoghi scelti per la messa a dimora dei piccoli arbusti.

«Si tratta di istituzioni –viene sottolineato dalla dott. Benedetta Gennaro– che operano tutte al servizio della comunità e che si sono dimostrate sensibili a fare Rete per uno sviluppo equo, solidale e sostenibile. In particolare alcune classi, in rappresentanza del Secondo Circolo Didattico, si recheranno autonomamente in visita alle suddette istituzioni per donare e mettere a dimora una pianta che sarà così consegnata alle cure degli alunni/degli operatori dell’altro istituto per realizzare una fattiva rete di condivisione di valori e ideali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Sostenibilità ambientale, nelle scuole di Biancavilla erogatori di “acqua buona”

Progetto quinquennale, l’assessore Luigi D’Asero: «Minore consumo di plastica, servizio gratuito»

Pubblicato

il

Il Comune di Biancavilla ha aderito al progetto “L’Acqua che fa Scuola”. A partire dal prossimo anno scolastico, sarà a disposizione “acqua buona” per i ragazzi delle scuole. L’obiettivo è educare i più piccoli ad un atteggiamento responsabile nei confronti della sostenibilità ambientale.

L’installazione di un erogatore d’acqua nelle scuole riduce in maniera sensibile l’utilizzo della plastica.

«L’iniziativa – spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Luigi D’Asero – rappresenta un ulteriore passo in avanti dell’amministrazione in tema di ecologia e rispetto dell’ambiente per il minor consumo di plastica. Nel contempo, per i bambini e tutto il personale scolastico, il servizio completamente gratuito».

Il progetto avrà una durata complessiva di 5 anni e prevede anche il coinvolgimento degli operatori commerciali del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili