Connettiti con

Fuori città

Cento alunni nell’azienda Arcoria per scoprire i segreti dell’agrumicoltura

Pubblicato

il

alunni-nella-azienda-arcoria

Alunni licodiesi dai 4 ai 10 anni dell’Istituto “San Giuseppe” in visita negli agrumeti dell’imprenditore di Biancavilla, fornitore di McDonald’s grazie al progetto “Fattore Futuro”.

 

Un centinaio di alunni, tra i 4 e i 10 anni, dell’Istituto San Giuseppe delle Orsoline di Santa Maria di Licodia hanno partecipato ad una lezione un po’ speciale. Innanzitutto perché non si è svolta in classe, ma nell’agrumeto dell’azienda agricola di contrada Sferro dell’imprenditore biancavillese Giosuè Arcoria.

Arcoria, noto per essere stato tra gli imprenditori fornitori partner di McDonald’s, ha spiegato agli studenti tutte le fasi della filiera degli agrumi, dalla concimazione al raccolto, per avvicinarli a una delle materie prime per cui la loro regione è conosciuta e rinomata in tutto il mondo. A seguire, i bambini hanno pranzato all’interno dell’azienda e partecipato a diverse attività di intrattenimento.

LEGGI L’ARTICOLO

Giosuè Arcoria, l’agricoltore 2.0 premiato da McDonanld’s ad Expo

L’obiettivo della visita è sensibilizzare i bambini sulle sane abitudini alimentari attraverso il contatto diretto con i frutti e profumi della natura, immersi in una realtà all’avanguardia sul tema. Infatti, l’Azienda Agricola Arcoria si è convertita quest’anno alla coltivazione biologica e presta grande attenzione alla riduzione degli sprechi di risorse grazie a un complesso sistema di irrigazione e fertirrigazione in grado di calcolare e fornire con esattezza le sostanze nutritive di cui necessitano il terreno e le piante.

Giosué Arcoria, 35enne di Biancavilla, è stato selezionato come fornitore di arance da McDonald’s grazie a Fattore Futuro, il progetto dedicato agli imprenditori agricoli italiani under 40. L’imprenditore siciliano fornirà a McDonald’s, per i prossimi tre anni, le arance utilizzate per le spremute servite all’interno dei McCafé italiani, grazie a un accordo con Oranfrizer, storico fornitore di arance per l’insegna.

alunni-nella-azienda-arcoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura

Un biancavillese nominato a capo del Conservatorio Santa Cecilia di Roma

Prestigioso incarico per il prof. Antonio Marcellino, sovrintendente dell’Orchestra sinfonica siciliana

Pubblicato

il

di VITTORIO FIORENZA

Antonio Marcellino, biancavillese, sovrintendente dell’Orchestra sinfonica siciliana, è stato nominato presidente del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, prestigiosa istituzione fondata nel 1875 con radici che risalgono al XVI secolo. Un’istituzione che ben conosce, avendovi insegnato organologia per sei anni, dal 2010 al 2016.

La notizia è stata diffusa dalla pagina facebook del Conservatorio “Vincenzo Bellini”, dove Marcellino insegna storia della musica. Tra i primi a formulare le congratulazioni, anche l’orchestra di fiati “Toscanini” di Biancavilla.

Diplomato in pianoforte, laureato in musicologia e specializzato in paleografia e filologia musicale, Marcellino è stato anche professore a contratto nelle università “Tor Vergata”, Messina, Catania e Calabria, oltre che al politecnico internazionale di Vibo Valentia.

Attualmente è anche presidente del Festival Internazionale del Val di Noto “Magie barocche” (i cui eventi sono stati ospitati pure a Biancavilla) e membro della Commissione per la musica sacra dell’Arcidiocesi di Catania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili