Connettiti con

News

Le tombe di Alfio e Antonio Bruno? La sistemazione dopo le polemiche

Pubblicato

il

Ora sì che le tombe di Alfio e Antonio Bruno si presentano in maniera più dignitosa. L’amministrazione comunale si è decisa a dare un minimo di cura al verde vicino le sepolture del sindaco più illustre della storia di Biancavilla e dell’esponente del futurismo letterario siciliano.

Lo avevamo scritto già nel 2014, lo abbiamo ribadito anche quest’anno, nella Giornata di commemorazione dei defunti: le due tombe lasciate all’incuria per indifferenza dell’amministrazione comunale.

È stato Alessio Leotta a porre all’attenzione pubblica lo stato di abbandono, la mancanza di cura dei fiori e del verde, l’assenza di un minimo di pulizia dei vecchi marmi.

Per tutta risposta, l’assessore ai Servizi cimiteriali, Giusi Mursia, ci ha inviato una nota nella quale viene sottolineato che le tombe erano ben tenute.

Le immagini che abbiamo pubblicato non lasciavano dubbi di interpretazione su una lampante ed ingiustificabile disattenzione sotto gli occhi di tutto, non soltanto del nostro Alessio Leotta.

Ad ogni modo, prendiamo atto che, dopo la denuncia di Biancavilla Oggi, al Comune ci si è mossi. Basti vedere il prima e il dopo.

incuria-tombe-di-alfio-e-antonio-bruno
sistemate-tombe-di-alfio-e-antonio-bruno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili