Connettiti con

Scuola

Omaggio a Maddalena Morano, premiato l’Istituto Maria Ausiliatrice

Pubblicato

il

Gli alunni dell’Istituto “Maria Ausiliatrice” vincitori del concorso indetto dall’Istituto salesiano di Alì Terme per commemorare la figura della beata Maddalena Morano. Creazioni artistiche, musiche, poesie e video realizzati dai piccoli studenti, che sono riusciti a distinguersi tra tutti gli elaborati presentati da scuole di tutta la Sicilia per conoscere e rappresentare con creatività giovanile la figura della suora, nel ventennale della sua beatificazione.

L’Istituto biancavillese di via Mongibello ha voluto rendere omaggio all’imponente figura di questa suora, partecipando al concorso con due elaborati. Le prime tre classi della scuola primaria hanno presentato un pannello plastico con sagome in terracotta. L’elaborato della quarta e quinta classe è stata una poesia composta dagli alunni e musicata dal maestro Filadelfio Grasso, completata da un video realizzato dagli alunni stessi.

La premiazione è avvenuta all’Istituto “Maria Ausiliatrice” di Catania alla presenza del sindaco di Alì, Giuseppe Marino, dell’assessore catanese Rosario D’Agata, dell’ispettrice salesiana di Sicilia, suor Anna Razionale.

Il primo premio, per la sezione della scuola primaria, è stato assegnato proprio alle tre classi dell’Istituto di Biancavilla, seguite dalle insegnanti suor Maria Scapellato, Maria Grazia Tomasello, Stefania Greco e Rosanna Mauceri, per il richiamo storico all’universalità della missione salesiana e alle origini storiche della presenza carismatica in Sicilia.

Invece, il canto ed il video realizzato dalle classi seguite dalle insegnanti Rosalba Balsamo, Carmela Schillaci, Maria Grasso e suor Melina Pino, è stato scelto dall’ispettrice e dalla giuria per diventare l’inno commemorativo ufficiale della giornata. È stato infatti eseguito dai bambini a conclusione dell’evento al teatro salesiano di via Caronda a Catania. Il video che presenta il canto eseguito dagli alunni sarà distribuito gratuitamente alle scuole e agli istituti di Sicilia per diffondere il carisma e il messaggio della beata Maddalena Morano, che in poco più di un secolo è riuscito ad attirare e coinvolgere migliaia di giovani, ragazzi e intere famiglie di tutta la Sicilia e non solo.

Viva soddisfazione è stata espressa dalla direttrice dell’Istituto biancavillese, suor Maria Vella, per il doppio riconoscimento dato agli alunni. »Un riconoscimento che arricchisce il già importante bagaglio educativo e culturale dei bambini che frequentano l’Istituto salesiano – è il commento a caldo di una insegnante – che è vanto per la nostra comunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Lotta alla violenza: a Biancavilla alunni “immedesimati” nel ruolo di vittime

All’Ipsia incontro con riflessioni, analisi e soluzioni: studenti sollecitati ad una sana educazione affettiva

Pubblicato

il

Si e tenuto all’Ipsia di Biancavilla, all’indomani della Giornata mondiale contro bullismo e cyberbullismo, l’incontro degli alunni con l’associazione “Forlife”. L’intento del centro di ascolto antiviolenza è la sensibilizzazione dei ragazzi sui temi del contrasto ad ogni fenomeno di violenza e sull’educazione emotiva. Temi su cui da anni l’associazione è impegnata nelle scuole del nostro territorio.

Un’occasione di riflessione, quella offerta dall’istituto scolastico biancavillese, sulla violenza di genere. I ragazzi hanno condiviso le loro esperienze e sono stati coinvolti in prima persona nelle attività proposte dai membri dell’associazione “Forlife”. I ragazzi si sono così espressi sull’argomento, analizzando le cause del fenomeno, elaborando strategie e soluzioni e immedesimandosi nel ruolo di vittima mediante la tecnica del “roleplaying”. Hanno acquisito così la consapevolezza del valore proprio e altrui, esprimendo il desiderio di vivere in una società senza violenza.

L’incontro è stato voluto dalla dirigente Giuseppina Morsellino, dalla responsabile di plesso Giuseppina Pulvirenti e dalla referente per bullismo e cyberbullismo, Loredana Ricceri. La fase preparatoria è stata seguita dalle specialiste in relazioni d’aiuto, Elisa Romeo, Martina Calcagno e Carmen Arena. «L’importanza dei limiti, custodisci il tuo cuore e i tuoi pensieri più di ogni altra cosa: da come pensi, dipende la tua vita».

In particolare, gli studenti sono stati invitati a riflettere sull’importanza di avere relazioni affettive sane, centrate sull’autostima e sul netto rifiuto di insulti, soprusi, umiliazioni e violenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA   

Continua a leggere

I più letti