Connettiti con

Scuola

La “Festa dell’amicizia” nel ricordo della maestra Clara Zappalà

Pubblicato

il

© Foto di Alessandro Zappalà

di VITTORIO FIORENZA

Una “Festa dell’amicizia”, nel segno dell’altruismo e nel ricordo della «maestra Clara». Al plesso di scuola materna di via Pistoia di Biancavilla, consueto appuntamento con il “Premio Clara Zappalà”, dedicato alla memoria dell’insegnante scomparsa prematuramente nel 2007. Educatrice attenta e sensibile alla promozione sociale e umana dei bambini, l’insegnante ha lasciato un ricordo indelebile nelle colleghe, nei genitori e nei bambini che sono stati suoi alunni.

L’iniziativa in suo ricordo si svolge ogni anno per volere dei familiari. L’incontro, al quale sono stati presenti il marito Salvuccio Furnari, i figli Concetta e Raffaele ed il fratello Antonio, si è svolto in un clima di festa con canti, inni, musica e recitazione. C’è stata anche la partecipazione di gruppi di alunni di scuola elementare e media dell’Istituto comprensivo “Antonio Bruno”, a cui appartiene il plesso di via Pistoia (che dal 2012 è intitolato proprio a Clara Zappalà). Presente il dirigente scolastico Silvio Galeano.

Solidarietà e spirito di servizio verso gli altri: questi i valori che animavano la “maestra Clara”. E proprio su questi valori e sulla loro promozione si basa la finalità del premio voluto dai familiari. Un premio che verrà assegnato autonomamente a classi o singoli alunni su decisione degli insegnanti.

«Anche con iniziative come questa si tiene vive la memoria –ha detto Salvuccio Furnari– e si mettono in risalto, attraverso questo premio, i valori della bontà e della solidarietà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scuola

Da 4 a 2 dirigenti scolastiche: a Biancavilla restano Gumina e Drago

In vigore il nuovo piano di dimensionamento della rete scolastica: trasferite D’Orto e Gennaro

Pubblicato

il

Non più quattro ma due dirigenti scolastiche. A Biancavilla, il piano di dimensionamento della rete scolastica in Sicilia ha definito i suoi effetti. Le scuole, il numero di plessi e classi non subiranno cambiamenti. Ma sul piano della gestione amministrativa ci saranno degli accorpamenti.

Così, la scuola media “Luigi Sturzo” e il primo circolo didattico con i plessi “Guglielmo Marconi” e “San Giovanni Bosco” formeranno un istituto comprensivo. A dirigerlo sarà Concetta Drago.

All’Istituto comprensivo “Antonio Bruno” viene ora accorpato anche il secondo circolo didattico con i plessi di viale dei Fiori e quello di storico di via Liguria, “Giovanni Verga”. Per questa nuova realtà amministrativa, la dirigente sarà Patrizia Gumina.

Lasciano Biancavilla, quindi, le dirigenti che fino ad ora erano state alla guida dei due circoli didattici. Alfina D’Orto che va all’Istituto comprensivo “Mazzini-Castiglione” e Benedetta Gennaro va all’Istituto comprensivo “Federico II di Svevia” di Mascalucia.

Il sindaco di Biancavilla, Antonio Bonanno, ha espresso loro il saluto a nome della città ed augurato buon lavoro alle dirigenti riconfermate: «Rappresentano un grande esempio di cura per la formazione culturale e civica dei giovani studenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti