Connettiti con

Politica

Una palestra all’aperto alla villa e 4 piazze da sistemare con 170mila euro

Pubblicato

il

Circa 170mila euro per la riqualificazione di piazza Campi Elisi, piazza Don Bosco, la villa comunale, piazza Martiri della Resistenza e piazza Falcone-Borsellino.

È quanto è stato deliberato dalla Giunta Bonanno. Un intervento di ripristino necessario e fortemente voluto dall’amministrazione comunale al termine di settimane di intenso lavoro condotto assieme agli uffici tecnici comunali: un’azione che parte dalla periferia per approdare fino al centro della città. Le relative gare per l’affidamento dei lavori verranno bandite ad inizio del 2020.

Nello specifico, alla villa comunale verranno installati attrezzi per il fitness e la palestra all’aperto; saranno posizionate nuove panchine e piante; prevista anche un’area di dog toilet. Si tratta di una vera e propria svolta anche sotto il profilo “vocazionale” della villa che mira a coinvolgere, ancor di più, coloro i quali frequentano – anche sotto il profilo sportivo – il polmone verde della città.

In piazza Campi Elisi (di cui ci siamo recentemente occupati in queste pagine per la situazione di degrado) si interverrà restituendo dignità e decoro ad una zona aggredita, col passare degli anni, dal degrado e dalla decadenza. Un passaggio irrinunciabile e che va incontro alle richieste dei residenti del quartiere: i lavori riconsegneranno una piazza finalmente accogliente e pulita.

A Piazza Don Bosco azione di restyling che porterà all’allestimento di una villetta e di una attenta ripavimentazione attorno all’area. Si interverrà anche in coincidenza delle casette: verrà messo a disposizione dei biancavillesi un posto dove poter trascorrere piacevolmente il tempo libero.

Si tratta di una serie di interventi che ha avuto il ruolo determinate del Consiglio Comunale, presieduto dal presidente Marco Cantarella, che ha stanziato le somme necessarie.

«Sono felice per il risultato raggiunto – spiega l’assessore Vincenzo Amato -: era doveroso, da parte nostra, intervenire laddove non lo si faceva da anni per eliminare il degrado e rendere fruibili al meglio i nostri luoghi, come ad esempio i Campi Elisi. Al tempo stesso, questa mattina, abbiamo provveduto ad abbellire il nostro cimitero con tante piccole piantine di Natale: anche lì, il nostro lavoro non si ferma».

«Credo che queste siano le risposte che la città si attenda sul fronte del decoro urbano, e non solo – interviene il vice-sindaco Mario Amato -. Siamo stati impegnati nell’emergenza del terremoto: ma, al tempo stesso, non abbiamo fatto venire meno il nostro dovere in tutto il resto».

«Un lavoro di squadra che porterà all’abbellimento ed alla riqualificazione di luoghi della nostra Biancavilla che non potevamo lasciare all’incuria – spiega il sindaco Antonio Bonanno -. Volevamo fortissimamente che si intervenisse quanto prima e, sono felice, di poter dire che ci siamo riusciti. C’è stato un bel lavoro d’intenti condotto dagli assessori Mario Amato e Vincenzo Amato a proposito delle manutenzioni e del verde pubblico; così come lo è stata la proposta del consigliere Mauro Mursia a proposito degli interventi alla villa comunale. Il nostro lavoro prosegue: andiamo avanti con altri progetti che hanno l’obiettivo di rendere Biancavilla migliore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili