Connettiti con

News

Riaperta via Vittorio Emanuele (con quasi una settimana di ritardo)

Pubblicato

il

Via Vittorio Emanuele riaperta al traffico, nel tratto di piazza Roma. Quasi una settimana di ritardo rispetto al 17 maggio indicato nell’ordinanza del Comune. La mancanza di comunicazione preventiva dell’inizio dei lavori sulla rete fognaria aveva creato malumori da parte dei commercianti e dei residenti della zona, che dall’oggi al domani hanno dovuto subire disagi a causa della presenza di mezzi ed operai.

Proteste intercettate dai gruppi dell’opposizione, che hanno pure presentato un’interrogazione a Glorioso, chiedendo pure forme di sgravi fiscali ai negozianti per il calo di clientele che hanno subito.

LEGGI L’ARTICOLO

Lavori in via Vittorio Emanuele tra di disagi ai residenti e ai commercianti

Il sindaco, quindi, si era premurato a rassicurare che il tratto di strada sarebbe stato aperto entro il 17 aprile. In realtà è avvenuto nel pomeriggio del 23 maggio.

Le opere eseguite nel sottosuolo, costate 100mila euro, dovrebbero servire a risolvere i problemi dei continui allagamenti che questo tratto di via Vittorio Emanuele, soprattutto vicino alla chiesa del Rosario, faceva emergere in occasione di ogni acquazzone con fuoriuscita di acqua e melma dai tombini. Secondo l’amministrazione comunale questo intervento risolverà l’annoso problema. Per la prova effettiva si dovrà attendere la prossima stagione invernale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili