Connettiti con

News

Nella zona di via Botzaris telefoni “muti” a causa… dei liquami fognari

Pubblicato

il

tecnici-telecom-in-via-botzaris

Intervento dei tecnici Telecom in via Botzaris

Il vostro telefono non funziona? Le linee sono andate in tilt? Colpa delle condotte fognarie. Non capite il nesso? A Biancavilla tutto è possibile.

Il problema si è presentato in via Marco Botzaris e nelle zone vicine: telefoni muti, impossibile chiamare e ricevere telefonate. Più che per un problema di impiantistica, però, il guasto sembra essere causato, ancora una volta, dall’invasione di liquami fognari nei tubi che raccolgono i cavi telefonici.

I tecnici Telecom sono già al lavoro per tentare di ripristinare il servizio, anche se probabilmente più che l’aiuto degli operatori del 187, ci vorrebbe una ditta di espurgo.

È esattamente quello che è successo lo scorso novembre, sempre nella stessa zona. Gli utenti avevano segnalato disservizi. I tecnici Telecom, aperte le botole dei pozzetti al suolo, avevano scoperto l’interferenza… di materiale fognario nei cavi di competenza della compagnia telefonica.

Adesso si ripresenta lo stesso problema. E c’è chi, tra gli abitanti del quartiere, annuncia denunce nei confronti del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Il gesto di un biancavillese d’adozione: donato un defibrillatore alla città

Il dispositivo elettronico “salva vita” è già stato collocato all’ingresso del palazzo comunale

Pubblicato

il

«Conosco il valore di uno strumento come il defibrillatore. Voglio donarne uno, a titolo personale, alla città che mi ha adottato».

L’ingegnere Giovanni Lau, 39 anni, originario di Misterbianco, ha mantenuto la promessa fatta prima che il virus scombinasse i piani di tutti: donare al Comune di Biancavilla un defibrillatore per metterlo a disposizione della città.

Adesso, nel corso di una cerimonia informale, il dispositivo elettronico è stato consegnato al sindaco Antonio Bonanno. Lau era accompagnato dalla moglie, Marinella Milazzo di Biancavilla.

«È un gesto disinteressato e di grande considerazione nei confronti della nostra città – commenta il sindaco Antonio Bonanno – la sensibilità e la collaborazione dei cittadini sono la conferma che la nostra comunità è viva e solidale».

Il defibrillatore donato è stato già installato all’ingresso del Comune, con l’aiuto dell’assessore Francesco Privitera. È a disposizione di tutta la comunità.

Pochi mesi fa, a Biancavilla, ignoti hanno rubato un defibrillatore posto all’esterno del Circolo Castriota, tra Piazza Roma e via Vittorio Emanuele. «Tra qualche settimana – assicura il consigliere Salvo Pulvirenti, presente alla posa – ne arriverà uno nuovo». Il sindaco lo ha ringraziato per essersi preso cura della sostituzione dello strumento sottratto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili