Connettiti con

News

“La clericalata della settimana”: Biancavilla vista da Atei ed Agnostici

Pubblicato

il

altare-della-madonna-al-palazzo-comunale

L’altarino dedicato alla Madonna Ausiliatrice sistemato nei portici del palazzo comunale

Il dibattito sulla laicità calpestata che impazza in questi giorni a Biancavilla, dopo la delibera di giunta che destina 345mila euro per contribuire alla costruzione di una nuova chiesa per la parrocchia di “San Salvatore” oltrepassa i confini paesani.

A bacchettare una simile scelta è l’Uaar (l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti), che inserisce Biancavilla nella rubrica “La clericalata della settimana” presente nel proprio blog: viene riportata la notizia che il Comune contribuirà all’opera.

Nessun commento. Parla già di per sé, l’inserimento della notizia in una rubrica dal nome più che eloquente, nella quale vengono elencate settimanalmente atti e dichiarazioni che secondo l’Uaar contrastano con il principio della separazione della sfera religiosa e della sfera politica.

All’Uaar sono sfuggite altre notizie di provenienza biancavillese: l’ingresso dell’Icona della Madonna dell’Elemosina nella sede comunista oppure la realizzazione di un altarino dedicato alla Madonna Ausiliatrice nei portici del palazzo comunale con relativa celebrazione presso la sede della polizia municipale.

Se atei ed agnostici ne fossero stati a conoscenza, ne siamo certi, avrebbero lanciato un’edizione straordinaria sul primo caso di amministrazione comunale “teocratica” d’Italia. Nemmeno ai tempi del sindaco Uccellatore…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Impennata Covid, a Biancavilla il 30% di casi in più negli ultimi 15 giorni

Sono 183 i biancavillesi con positività al virus: +32 “nuovi ingressi” registrati in due settimane

Pubblicato

il

Non se ne parla, i “bollettini” hanno interrotto la loro periodicità. Ma il Covid non arretra. Anzi, secondo gli ultimi dati verificati da Biancavilla Oggi, nella nostra città c’è –in linea con il trend nazionale– un aumento dei nuovi casi.

Se confrontiamo le statistiche delle ultime due settimane, l’incremento dell’incidenza della positività al coronavirus è balzata di circa il 30%. Se 15 giorni fa, le persone positive a Biancavilla erano un centinaio, adesso quelle registrate sono 183. Nello specifico, i “nuovi ingressi” sono 32, quindi circa il 30% in più rispetto a due settimane fa.

Un salto non indifferente. Ma il dato –riferito al quadro offerto dall’Asp di Catania e dalla struttura commissariale Covid– è da ritenere sottostimato. C’è una realtà sommersa. A causa dei test che si fanno a casa, tanti casi di positività non vengono comunicati ufficialmente o arrivano alle autorità sanitarie con ritardo.

Da qui, la necessità della prevenzione e delle accortezze da seguire quando si frequentano luoghi pubblici. E per chi rientra nel target di età o di “fragili” condizioni di salute, l’opportunità della quarta dose del vaccino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili