Connettiti con

Chiesa

Covid, padre Giosuè Messina risultato positivo: «Isolato, ma sto bene»

La parrocchia Annunziata specifica che le celebrazioni in chiesa si svolgeranno regolarmente

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Padre Giosuè Messina è risultato positivo al coronavirus. Lo stesso sacerdote, parroco nella chiesa Annunziata di Biancavilla, comunica «che sta bene, per il momento non presenta particolari sintomi».

Ne dà notizia la parrocchia biancavillese, attraverso i propri canali social, specificando che padre Messina «come previsto dalle disposizioni vigenti, si trova in isolamento».

«Ci uniamo alla preghiera –prosegue la nota– per la sua pronta guarigione e di quanti in questo momento si trovano nella medesima condizione».

Padre Messina ha già sentito il Vicario generale, mons. Salvatore Genchi. Le celebrazioni del fine settimana si svolgeranno regolarmente grazie alla disponibilità del clero biancavillese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Incontro ecumenico a Biancavilla per l’unità delle Chiese cristiane

In basilica momento di preghiera con l’arcivescovo Luigi Renna ed altri rappresentanti religiosi

Pubblicato

il

Si è tenuta in Chiesa Madre a Biancavilla, per il secondo anno consecutivo, la celebrazione ecumenica della parola di Dio, momento ecumenico di preghiera promosso dalla diocesi etnea e dal consiglio ecumenico delle Chiese di Catania.

L’evento segna l’inizio della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e farà tappa anche a Bronte e Paternò, per poi concludersi a Catania il 25 gennaio.

Assieme all’arcivescovo catanese Luigi Renna e a don Antonino De Maria, direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, riuniti esponenti delle chiese anglicana, avventista, copta egiziana, esercito della salvezza, evangelica battista, luterana e valdese, ortodossa romena e dei patriarcati di Costantinopoli e Mosca.

Richiamata la vocazione ecumenica di Biancavilla, l’arcivescovo ha definito il cammino ecumenico prioritario e imprescindibile nella vita e nella preghiera dei cattolici.

Si è poi soffermato sul tema oggetto di riflessione quest’anno, tratto dal Vangelo di Luca: “Amerai il Signore Dio tuo… e il prossimo tuo come te stesso”. Occorre incontrare e accogliere – ha affermato Renna – le altre comunità cristiane amandosi gli uni e gli altri, secondo il duplice comandamento dell’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti