Connettiti con

News

Scatta l’allerta rossa: scuole e uffici chiusi, nuovo appello del sindaco

Al vertice con la prefettura di Catania anche Antonio Bonanno, che invita a non uscire da casa

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

«Ho partecipato ad una riunione in video-conferenza organizzata dalla Prefettura. Nel corso dell’incontro – conclusosi poco dopo le 14.00 – assieme al direttore regionale della Protezione Civile è stato fatto il punto sull’evolversi della situazione. Siamo allo stato di allerta arancione, cioè preallarme. Da stanotte scatta l’allerta rossa, che vuol dire allarme. Si prevedono forti perturbazioni e venti oltre gli 80 Km/h. La fascia costiera è quella più esposta al rischio alluvione ma il fenomeno dovrebbe interessare tutta la Sicilia orientale».

Parla Antonio Bonanno, sindaco di Biancavilla, a conclusione del vertice avuto con la prefettura di Catania. Crescono l’attesa e la preoccupazione per l’evoluzione meteorologica prevista su buona parte della Sicilia e in particolare sulla fascia jonica-etnea.

Bonanno invita «ancora una volta i cittadini di Biancavilla a restare a casa stasera e domani. Le scuole cittadine e gli uffici pubblici anche domani resteranno chiusi».

Il Coc – Centro operativo comunale – resta aperto per monitorare costantemente la situazione. Attivata la Protezione Civile e i volontari della struttura. Nel caso stanotte fosse necessario un intervento, il sindaco Bonanno invita i cittadini a contattare questo numero telefonico: 095 7711322.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili