Connettiti con

News

Lotta al cancro, all’ospedale di Biancavilla screening mammografico

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Prevenzione Cancro Adrano, presente nel territorio dal 1985

Pubblicato

il

Domenica 27 giugno, presso l’unità operativa di “Radiologia” di Biancavilla, l’Associazione Prevenzione Cancro Adrano (Apca) e l’Asp di Catania promuovono una giornata di sensibilizzazione alla prevenzione oncologica e di screening mammografico, gratuito, rivolto alle utenti, in età target, che hanno accolto la proposta di Apca nell’ambito delle sue attività statutarie.

«La sinergia fra istituzioni e associazioni di cittadini esprime sempre un valore aggiunto nel testimoniare l’importanza dell’adesione alle campagne di screening oncologico – afferma il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza -. La prevenzione può salvare la vita. Ringrazio quindi Apca e la presidente Bua per il loro impegno costante sul territorio, nella comune battaglia per vincere il cancro».

Grazie alla collaborazione ed alla disponibilità del Dipartimento di Scienze Radiologiche, diretto dal dr. Vincenzo Ricceri, l’Apca indirizzerà all’Ospedale di Biancavilla le donne in età target per effettuare un esame di screening di primo livello.

«Ringrazio l’Asp di Catania per avere accolto il nostro invito. Sono sicura che questa collaborazione sarà la prima di tante altre», aggiunge Barbara Bua, presidente di Apca.

«Il nostro obiettivo è facilitare l’accesso alla mammografia a tutte le signore che usufruiscono dei nostri servizi. A loro, più delle volte, viene raccomandato l’esame mammografico».

Il numero massimo di utenti da coinvolgere nell’iniziativa è stato definito in modo da garantire il rispetto delle norme anti-Covid e l’accesso in sicurezza ai servizi.

L’importanza della prevenzione

«Con questo appuntamento vogliamo ancora una volta sottolineare l’importanza della prevenzione e dell’adesione dei cittadini ai programmi di screening – afferma il direttore sanitario dell’Asp di Catania, dr. Antonino Rapisarda -. Intendiamo anche incoraggiare e sostenere l’attività di sensibilizzazione svolta sul territorio dai volontari per stimolare una partecipazione più attiva da parte della comunità, l’adozione di stili di vita salutari e la consapevolezza del valore fondamentale della diagnosi precoce».

Le modalità per l’effettuazione dell’esame e per la consegna del referto, seguiranno esclusivamente le procedure definite e utilizzate dall’Asp di Catania per lo screening mammografico di cui è referente il dr. Mauro La Rosa.

L’Apca, costituita nel 1985, ha sede a Adrano. È presente sul territorio in sinergia con altre associazioni e si distingue per l’impegno rivolto alla diffusione della cultura della prevenzione oncologica, attraverso l’organizzazione di incontri con gli alunni degli Istituti superiori. Ed anche con una consolidata attività di divulgazione presso l’emittente Tva di Adrano e grazie all’attività svolta da medici volontari, presso la sede associativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili