Connettiti con

Cultura

Insegnò filosofia, fu pioniere del tennis a Biancavilla: addio a Placido Bucolo  

Nel suo campetto alle Vigne diverse generazioni hanno assorbito la passione per questa disciplina sportiva

Pubblicato

il

Il prof. Placido Bucolo è morto. Biancavillese, fu docente all’Università di Catania, dove insegnò come specialista di Filosofia Morale, in particolare di utilitarismo e di filosofi utilitaristi (Jeremy Bentham, James e John Stuart Mill e Henry Sidgwick). Per quest’ultimo, organizzò due congressi internazionali: uno su “Felicità e religione”, l’altro su “Etica e politica”.

In qualità di studioso, Bucolo si distinse nell’impegno volto a promuovere una cooperazione internazionale di ricerca utilitaristica.

«Il futuro della ricerca –sostenne– sembra essere nella cooperazione internazionale mentre il mondo si sta trasformando in una civiltà globale. Lo scambio di ricerche e conoscenze su Sidgwick è molto importante per tutti noi poiché questo filosofo era un modernista e un visionario. La sua filosofia è un grande aiuto per comprendere il mondo di oggi».

Al di fuori dell’impegno accademico, a Biancavilla Bucolo era noto per il suo impegno in ambito culturale. Nel 1996-97 è stato presidente del Lions club Adrano, Bronte, Biancavilla. Non ha mancato di collaborare in iniziative culturali: si pensi, per esempio, alla rassegna di poesia dialettale “Sciuri di Mungibeddu”.

Non è secondaria, poi, la spiccata passione di Bucolo per il tennis. Si deve a lui, la promozione di questo sport a Biancavilla, quando nessuno ancora lo praticava. Tra gli anni ’70 e ’80, la sua villa di zona Vigne era metà di giovani universitari per momenti di aggregazione, proprio con il pretesto di una partita sul campetto di tennis. Il mondo tennistico di Biancavilla lo ricorda con particolare affetto e gratitudine. I funerali saranno celebrati nella parrocchia “Santa Chiara” di Adrano, giovedì 7 aprile, alle ore 15.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Francesco Arcaria

    7 Aprile 2022 at 20:10

    A partire dal 1973 e per un ventennio, sono stato tra i molti allora giovani che frequentavamo il campo da tennis alle Vigne di Placido Bucolo, insieme, tra gli altri, ad Alfio Bonnanno, adorato cugino di Placido e mio carissimo amico, ed a mio cugino Placido Fiorino, purtroppo scomparso prematuramente due anni fa.
    Dopo la partita a tennis, che non poche volte giocavamo (in doppio) con la neve (debitamente spalata e riposta ai bordi del campo) o con 40 gradi, Placido ci ospitava a casa sua, davanti al camino (in inverno) o nella sua terrazza (d’estate) e si parlava di tutto: tennis, politica, diritto, male di vivere.
    Come nel tennis, anche in quella veste Placido era un Maestro e noi gli allievi o, forse meglio, i principianti, tutti comunque divorati dalla medesima passione per il tennis.
    Placido ci mancherà e noi rimarremo per sempre sospesi tra l’addio ed uno smash clamorosamente sbagliato.
    Se non il Dio in cui credo, che almeno il dio del tennis possa accoglierti leggero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura

La biblioteca comunale di Biancavilla apre le porte al mondo digitale

Formalizzata l’adesione (la prima nella nostra provincia) a MediaLibraryOnLine con milioni di contenuti

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Biancavilla è il primo Comune della provincia di Catania a proporre il servizio MLOL –MediaLibraryOnLine. Un servizio che mette gratuitamente a disposizione dei cittadini una sterminata biblioteca digitale. L’iniziativa che proietta nel futuro la biblioteca comunale “Gerardo Sangiorgio” è stata presentata dal sindaco Antonio Bonanno, dall’assessore alle Politiche giovanili Giorgia Pennisi e – in video collegamento – dalla responsabile di MLOL Scuola, Paola Pala. Alla presentazione hanno partecipato alcuni docenti delle scuole del territorio.

A disposizione degli utenti – unica condizione: essere residenti a Biancavilla – oltre 45mila e-book (nel Catalogo MLOL) e oltre 2 milioni di oggetti digitali (Catalogo Open) ad accesso libero, assai utili per l’e-learning. Si tratta di risorse video, audio, mappe e spartiti musicali.

«Ciascun utente, una volta registrato – ha spiegato Paola Pala – può creare una lista di contenuti che può mettere a disposizione degli altri lettori. Stiamo, inoltre, inserendo migliaia di immagini ad altissima definizione».

«Per aderire al servizio – suggerisce l’assessore Pennisi – bisogna registrarsi alla piattaforma inviando una email all’indirizzo serviziscolastici@comune.biancavilla.ct.it indicando i propri dati e allegando la fotocopia della carta di identità oppure recandosi direttamente all’ufficio Pubblica istruzione al Palazzo comunale. Siamo davvero orgogliosi di offrire questo servizio gratuito ai nostri cittadini e di essere il primo comune nella provincia di Catania a farlo».

Alle risorse online si può accedere 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

«È un servizio – spiega il sindaco Bonanno – che abbiamo attivato e che offriamo gratuitamente ai nostri concittadini. Amplia a dismisura la possibilità di leggere un libro, grazie al prestito digitale, e di reperire materiale didattico di qualità.  Un servizio che rende la nostra Biblioteca e la nostra città più moderna, più smart».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili