Connettiti con

Biancavilla siamo noi

Zona “Pozzillo” ha un grande potenziale, eppure è trascurata e ridotta a discarica

Le condizioni della contrada raggiungibile da via dei Peloritani segnalate e denunciate da un nostro lettore

Pubblicato

il

Ho un terreno in via dei Peloritani, in contrada Pozzillo, e spessissimo per andare al lavoro percorro la stradina che dalla contrada Pozzillo arriva all’altarino di Adrano. La stradina di cui parlo è molto comoda, perché non è molto trafficata. È vicinissima ad Adrano, circa 1 km e 500 metri dall’oleificio Conti fino all’ingresso di Adrano. In soli 5 minuti da Biancavilla si può raggiungere Adrano.

È un vero peccato e vergognoso che gli incivili l’abbiano trasformata in una discarica a cielo aperto e che sia stata abbandonata a se stessa, piena di buche e di muretti crollati, pericolosi per chi passa da lì a piedi o in macchina.

Spero che gli organi competenti del Comune di Biancavilla, si interessino per ripristinare e rivalutare questa zona periferica di Biancavilla, che ha delle grosse potenzialità, sia per collegare i due paesi confinanti sia per essere sfruttata per svolgere attività sportive (esempio camminate o giri in bici).

Poi mi pongo un altro quesito: perché sono stati spesi svariati soldi per costruire la stazione della metropolitana della zona Pozzillo, se questa stessa è poco sfruttata in quanto scomoda da raggiungere? Basterebbe creare una strada che da dietro il viale dei Fiori raggiunga la stazione Pozzillo, senza dover fare, come succede oggi, un giro lunghissimo e scomodissimo.

Alberto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. Alberto

    7 Luglio 2021 at 10:04

    Il tempo passa, ma la contrada Pozzillo di Biancavilla continua ad essere una discarica abusiva. Il comune ha provveduto a mettere alcune telecamere in una parte della zona, ma le persone “civili”, hanno pensato bene di buttare la loro spazzatura di ogni tipo, più avanti dove non ci sono le telecamere,per cui il problema non si è risolto ma si è solo spostato più in là. Mi auguro che il comune intervenga prima possibile installando magari altre telecamere e punendo queste persone per la loro immensa inciviltà !!!

  2. Antonio Amoroso

    11 Gennaio 2020 at 11:30

    La stazione Pozzillo può e deve essere punto di riferimento per tutta l’area in questione e la sua posizione è strategica per gli sviluppi futuri della città di Biancavilla, ma anche di Adrano. In sede di riunioni tecniche per la Strategia Nazionale Aree Interne ho pure proposto un progetto di pianificazione condivisa di tutta l’area inclusa tra Adrano e Biancavilla, che è delimitata dalla SS284 e segue per certi versi la ferrovia, in parte dismessa. Tale progetto è partito dalla questione relativa alla mobilità interna tra le due città ma è finito con l’essere una visione del futuro in merito a tanti fattori. Antonio Amoroso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

Così è ridotta la camera mortuaria del cimitero di Biancavilla: si intervenga

Segnalazione arrivata in redazione da un cittadino che ci ha inoltrato una foto più che eloquente

Pubblicato

il

L’immagine parla da sé, senza dovere aggiungere lunghe descrizioni. È l’interno della camera mortuaria di Biancavilla: il luogo in cui vengono sistemate le bare in attesa della tumulazione. Si presenta così con umidità, maiolica staccata dai muri e lasciata a terra, una parete fatiscente, la stessa in cui è appesa un’immagine della Madonna Addolorata.

A segnalarlo a Biancavilla Oggi è un cittadino biancavillese con l’auspicio che il Comune possa intervenire quanto prima e dare una sistemazione dignitosa al luogo.

Diversi anni fa, il Consiglio Comunale di Biancavilla aveva aggiornato il regolamento di polizia mortuaria. Un lavoro accurato che proiettava il cimitero in una dimensione di modernità. Prevede, per esempio, una sorta di “anagrafe” online di tutte le tombe e un’adeguata sistemazione della camera mortuaria, nel rispetto e con i simboli delle principali religioni. Un regolamento avanzato e “laico”, che però ancora oggi rimane lettera… morta.

AGGIORNAMENTO

(29.3.2024) Dal Comune di Biancavilla si fa sapere che la camera ardente del cimitero è stata ripulita. Dopo la segnalazione pubblicata dal nostro giornale, dal luogo è stata rimossa quella parte di maiolica che era crollata a terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti