Connettiti con

Biancavilla siamo noi

Se l’amore deturpa piazza Belvedere: scritta spray lasciata sul basolato

Pubblicato

il

Gentile redazione di Biancavilla Oggi, volevo segnalare l’ennesimo scempio perpetrato a danno della cosa pubblica. Oggi mi sono trovato nel nostro Belvedere, sito alla fine di via Umberto (per intenderci “u tunnu) per fare qualche scatto fotografico amatoriale al paesaggio visibile da esso.

Qualche anima affranta d’amore, sicuramente qualche ragazzina, ha ben pensato di esternare i propri sentimenti nei confronti dell’altra parte, scrivendo a terra sul basalto lavico con bomboletta spray.

Se fosse possibile, vorrei evidenziare l’accaduto, vista l’ampia frequentazione del vostro sito e della vostra pagina Facebook da parte di tutti i biancavillesi.

L’ennesima nota stonata dei nostri ragazzi. Naturalmente è una bravata, magari vedendo un rimprovero ad ampio margine a mezzo scrittura online, la prossima volta ci penseranno più di una volta prima che….

GIANNI GALVAGNO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

Così è ridotta la camera mortuaria del cimitero di Biancavilla: si intervenga

Segnalazione arrivata in redazione da un cittadino che ci ha inoltrato una foto più che eloquente

Pubblicato

il

L’immagine parla da sé, senza dovere aggiungere lunghe descrizioni. È l’interno della camera mortuaria di Biancavilla: il luogo in cui vengono sistemate le bare in attesa della tumulazione. Si presenta così con umidità, maiolica staccata dai muri e lasciata a terra, una parete fatiscente, la stessa in cui è appesa un’immagine della Madonna Addolorata.

A segnalarlo a Biancavilla Oggi è un cittadino biancavillese con l’auspicio che il Comune possa intervenire quanto prima e dare una sistemazione dignitosa al luogo.

Diversi anni fa, il Consiglio Comunale di Biancavilla aveva aggiornato il regolamento di polizia mortuaria. Un lavoro accurato che proiettava il cimitero in una dimensione di modernità. Prevede, per esempio, una sorta di “anagrafe” online di tutte le tombe e un’adeguata sistemazione della camera mortuaria, nel rispetto e con i simboli delle principali religioni. Un regolamento avanzato e “laico”, che però ancora oggi rimane lettera… morta.

AGGIORNAMENTO

(29.3.2024) Dal Comune di Biancavilla si fa sapere che la camera ardente del cimitero è stata ripulita. Dopo la segnalazione pubblicata dal nostro giornale, dal luogo è stata rimossa quella parte di maiolica che era crollata a terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti