Connettiti con

Politica

Il triplo avvitamento di Glorioso per collocare Chisari, Magra e Mignemi

Pubblicato

il

È convocato per mercoledì sera il Consiglio Comunale di Biancavilla. In scaletta figura l’elezione del presidente, un passaggio necessario dopo le dimissioni presentate qualche settimana fa da Vincenzo Cantarella.

Non c’è nessun accordo ufficiale, ancora, all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Giuseppe Glorioso.

Secondo le ultimissime indiscrezioni, tuttavia, potrebbe delinearsi l’elezione di Vincenzo Chisari, che si dimetterebbe da assessore (dopo appena sei mesi) per lasciare il posto ad Alfio Magra, mentre Vincenzo Mignemi assumerebbe la carica di vicesindaco.

Una soluzione che, se confermata con almeno 11 voti necessari, lascerebbe fuori dai giochi il capogruppo del Partito democratico, Giuseppe Pappalardo, nonostante fosse stato indicato oltre un anno fa come il successore di Vincenzo Cantarella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Alba

    14 Giugno 2017 at 6:08

    L’unica cosa che sanno fare….l’assegnazione delle poltrone…in questo sono capaci…ma per il resto il vuoto più assoluto!!!! Non servono a niente….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti