Connettiti con

Cronaca

Omicidio Crispi, eseguita l’autopsia al vecchio ospedale “Garibaldi”

Pubblicato

il

È stata eseguita al vecchio ospedale “Garibaldi” di Catania, l’autopsia sul corpo di Antonio Crispi, il 44enne assassinato a colpi di pietra a Biancavilla.

Probabile che nelle prossime ore la salma sia riconsegnata ai familiari, che potranno procedere con il funerale.

Per la relazione completa sugli esiti dell’esame i tempi non sono brevi.

Tra le prime indicazioni attese, c’è quella del segmento temporale nel quale è avventa la morte.

La moglie, la madre e la sorella di Crispi, assistiti dall’avv. Dario Pastore, sono affiancati, in qualità di consulente, dal prof. Giulio Cardia, docente di medicina legale all’Università di Messina.

LEGGI GLI ARTICOLI

Fatto inginocchiare a poi lapidato
Ammazzato a colpi di pietra in testa
A Biancavilla nove omicidi in 7 anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Abbandono di rifiuti, due vigili urbani beccano una donna “insospettabile”

Gli agenti biancavillesi hanno identificato la cittadina incivile: dovrà pagare una multa salata

Pubblicato

il

Una donna “insospettabile” è stata colta da due vigili urbani di Biancavilla mentre abbandonava sacchetti di spazzatura. I due agenti, tra coloro assunti da poco, hanno provveduto ad identificare la donna, che ora dovrà pagare una salata sanzione. L’episodio è avvenuto nelle ore in cui si stava ripulendo la discarica illegale di via dei Pini.

«È il quadro impietoso del ‘riempi e svuota’ – è il commento del sindaco Antonio Bonanno – cui siamo costretti ad assistere per l’incomprensibile atteggiamento di pochi cittadini che inspiegabilmente non intendono adeguarsi a una regolare raccolta differenziata che proprio a Biancavilla dà i propri frutti con numeri record».

Il primo cittadino definisce «gesti ostili e insensati» le condotte di cittadini che di proposito violano le più elementari regole. La multa elevata alla cittadina incivile possa servire «da lezione –auspica Bonanno – a quei pochi incivili che ancora si rifiutano di aderire alla efficiente raccolta differenziata in tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti