Connettiti con

Politica

Privitera nominato 5° assessore, Enrica Neri al posto della Russo?

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Francesco Privitera è il nuovo assessore della Giunta Bonanno, a Biancavilla. Con la sua nomina sale così a cinque il numero dei componenti dell’amministrazione comunale, come consente la nuova normativa già applicata in altri enti ed ora pure a Biancavilla. A giorni, il giuramento e l’assegnazione delle deleghe.

Volto e nome già noti, quelli di Privitera, essendo stato consigliere comunale ed assessore: nell’Esecutivo sarà il rappresentante della lista “Volare per Biancavilla”.

Stessa forza a cui fa riferimento Daniela Russo (firmataria, come avevamo già anticipato, di una lettera di dimissioni consegnata al sindaco Antonio Bonanno), destinata a concludere qui (secondo la logica del “turnover”) la sua esperienza amministrativa. La sua uscita dalla Giunta, però, resta congelata per qualche giorno ancora.

Si attende la nomina di un altro assessore. Sarà una donna, come stabilisce la normativa sulla garanzia delle “quote rosa”. Ad indicarla sembra essere stata la lista del primo cittadino, che conta tre consiglieri in aula. Secondo quanto apprende Biancavilla Oggi la quadra si sarebbe chiusa su Enrica Neri, una delle candidate della lista “Bonanno sindaco”, prima delle non elette tra le donne, che dovrebbe prestare il suo giuramento assieme a Privitera.

Altro nome avanzato, nell’ambito della stessa forza politica, era stato quello della consigliera Rosita Zammataro, che però avrebbe rifiutato la nomina perché condizionata alle contemporanee dimissioni dall’assemblea cittadina.

Si tratta di un passaggio non privo di tensioni nella maggioranza, all’interno della quale si sono avuti in questi giorni incontri e un intreccio di telefonate e messaggi. A pretendere il posto assessoriale non è solo il gruppo che fa riferimento al primo cittadino: anche altre forze si sono fatte avanti. Ci sono dettagli che vanno ancora smussati, insomma.

La decisione finale potrebbe avvenire ormai settimana prossima. Certo è che qualsiasi soluzione non mancherà di lasciare equilibri precari con polemiche pronte ad esplodere, anche nella prospettiva non troppo lontana di qualche altra turnazione assessoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carenza idrica, riunione d’urgenza a Biancavilla: stanziati 85mila euro

Disservizi in varie zone: sopralluogo nei pressi di viale dei Fiori, dove i disagi sono più marcati

Pubblicato

il

A Biancavilla, come nel resto della Sicilia, si registra una carenza idrica che sta portando una serie di disservizi in viarie zone. L’abbassamento delle falde nei tre pozzi cittadini ha prodotto un calo di circa 13 litri al secondo. Per affrontare e risolvere i disagi, l’amministrazione comunale ha stanziato 85mila euro da utilizzare per la manutenzione straordinaria dei pozzi.

Una riunione convocata d’urgenza dal sindaco Antonio Bonanno ha chiamato al palazzo comunale gli assessori Vincenzo Giardina e Mario Amato. Con loro anche il capo area del settore, il responsabile della Protezione Civile del Comune e i fontanieri comunali.

«Grazie alle risorse messe in campo – dice Bonanno – provvederemo a spurgare i pozzi e ad attuare interventi migliorativi che ci permettano di recuperare l’acqua perduta e tornare ai normali livelli di erogazione. Nel frattempo abbiamo attivato la Protezione Civile per mettere sin da subito a disposizione dei cittadini un’autobotte per il rifornimento delle abitazioni rimaste all’ascolto. Un’autobotte comunale – lo ricordo – è attiva da giorni».

Un sopralluogo del primo cittadino e dell’assessore Giardina è stato effettuato nella zona di Viale dei Fiori, dove l’erogazione idrica, in maniera più marcata rispetto ad altre aree cittadine, si muove a macchia di leopardo. In altre zone sono state riscontrate delle perdite in corso di riparazione.

Un’emergenza siciliana

«Va da sé che a nessuno di noi sfuggono le dimensioni della crisi idrica in atto, fenomeno di vasta portata che ha indotto il presidente della Regione Siciliana Schifani a chiedere lo stato di emergenza e a invitare tutti i siciliani a un utilizzo razionale della risorsa acqua. Sulla scorta di queste sollecitazioni, anche il Comune di Biancavilla – sottolinea Bonanno – emanerà nei prossimi giorni una serie di direttive affinché nessuno sciupi l’acqua che ha a disposizione». 

Le ditte che dovranno eseguire i lavori di manutenzione straordinaria sono già stata incaricate. Nei prossimi giorni i cittadini saranno avvertiti in tempo utile quando l’erogazione dai pozzi sarà interrotta per consentire gli interventi.

«Rivolgo sin d’ora un appello a tutti i biancavillesi a razionalizzare l’acqua. Sappiate – conclude il sindaco – che alla questione idrica la mia amministrazione sta dando priorità assoluta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti