Connettiti con

Politica

L’assessore Razza: il 19 marzo l’inaugurazione del nuovo ospedale

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

C’è una data ben precisa: lunedì 19 marzo. È quella che è stata indicata per l’inaugurazione del nuovo plesso ospedaliero “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla. L’annuncio lo ha fatto l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, in persona.

Così, dopo la miriade di proclami e dichiarazioni sulla conclusione dei lavori e su tagli del nastro puntualmente smentiti, questa volta dovrebbe essere quella buona.

Razza ha accennato al presidio di Biancavilla e alla data di apertura del nuovo edificio (atteso da oltre quarant’anni), a margine dell’incontro avuto all’ospedale Cannizzaro di Catania. Occasione nella quale sono stati inaugurati il Centro Gestione Emergenze e i nuovi reparti di Neurologia.

«In queste settimane -ha detto Razza- ho potuto vedere tanta sanità che funziona e che va raccontata, ma c’è ancora da lavorare per dare alla Sicilia un sistema finalmente efficiente in ogni territorio».

L’assessore ha riconosciuto «che nelle città metropolitane il sistema funziona meglio rispetto alla provincia, il nostro compito è quello di uniformare il livello di eccellenza su tutto il territorio della Sicilia».

I ripetuti annunci di inaugurazione, riferiti all’ospedale di Biancavilla, susseguitisi nel corso degli ultimi anni e poi rivelatisi infondati, hanno spesso creato polemiche politiche e clamorose figuracce di dirigenti sanitari, amministratori comunali e politici. Tutti impegnati in una sorta di gara, sfociata nel ridicolo e nella farsa con dichiarazioni in tv e a mezzo stampa. Ecco perché persino Stefania Petyx ed il bassotto si erano occupati del caso per “Striscia la notizia”.

GUARDA IL VIDEO

Le finte inaugurazioni: ecco il servizio di “Striscia la notizia”

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Interventi sociali per 425mila euro destinati a minori, anziani e disabili

Presentato il “Piano di zona” rivolto a Biancavilla e ai comuni di Adrano e Santa Maria di Licodia

Pubblicato

il

Minori, anziani e disabili sono al centro del “Piano di zona” firmato nei giorni scorsi dai sindaci di Adrano, Biancavilla e Santa Maria di Licodia e presentato a Villa delle Favare. Per i tre comuni è previsto uno stanziamento complessivo di 425mila euro. 

Grazie alla collaborazione tra i comuni che compongono il distretto sanitario si dà vita a una rete di servizi integrati in ambito sociale e socio sanitario che tiene conto dello specifico territoriale di ciascun ente.

Biancavilla, per esempio, dallo scorso anno ha un Centro comunale per disabili al quale sono destinati vari servizi integrativi per facilitare l’inclusione sociale. A ciò si aggiunge la presenza di un asilo nido comunale, il cui ruolo si rivela centrale per il sostegno alle famiglie del territorio.

Nel “Piano di zona”, per il territorio di Biancavilla sono finanziati diversi servizi. Si va dall’assistenza ai disabili al trasporto minori disabili, dal sostegno socio educativo per i minori nelle scuole all’assistenza domiciliare agli anziani. E poi: attività fisico-motorie ed escursioni e trasporto degli anziani, e in favore del centro di aggregazione per minori e adulti disabili.

«Nella logica di un programmazione interconnessa, ho proposto un’attività di monitoraggio che –spiega il sindaco Antonio Bonanno– vigili sulla resa qualitativa dei servizi offerti ai cittadini. E apporti, quando necessario, gli opportuni correttivi. Vogliamo che minori, anziani e disabili siano i protagonisti delle attività del nostro territorio. La tutela e la promozione dei loro diritti è una priorità dei nostri Comuni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili