Connettiti con

Cronaca

Inaugurato come “via di fuga”, Viale dei Fiori di nuovo… allagato

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Solito acquazzone e tratto di viale dei Fiori allagato. Diversi gli automobilisti in panne, veicoli rimasti a “galleggiare” o costretti a tornare indietro. Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Adrano. E questa è la strada appena consegnata dopo l’ultimazione dei lavori ed indicata come “via di fuga” in caso di emergenza.

Il taglio del nastro era avvenuto meno di due settimane fa da parte del sindaco Giuseppe Glorioso e ddi Giovanni Spampinato del Dipartimento regionale di Protezione civile, Giovanni Spampinato.

Scandaloso vedere le immagini girate pomeriggio che vi proponiamo in questo video. Ma non sono una sorpresa. Già lo scorso gennaio, Biancavilla Oggi aveva segnalato con quest’altro video lo stato del viale appena interessato agli interventi di messa in sicurezza e sistemazione.

Il caso era approdato in Consiglio Comunale ed esponenti dell’amministrazione avevano osato dubitare delle immagini che denunciavano quelle condizioni. Il sindaco Glorioso si era rifiutato di dare spiegazioni ai consiglieri che lo pressavano affinché intervenisse. Si era limitato a dire poi che si sarebbe rivolto al Dipartimento della Protezione civile. Ma lo ha fatto?

Davamo per scontato che gli errori progettuali o esecutivi fossero stati risolti. Invece quanto accaduto dopo l’acquazzone di oggi mostra che non si è fatto nulla. Qualcuno si può prendere la responsabilità di vergognarsi almeno un po’?

inaugurazione-viale-dei-fiori

Tutti insieme appassionatamente per il taglio del nastro: meno di due settimane fa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Giovanni

    16 Maggio 2017 at 22:23

    Vergognarsi almeno un po’? Cca mpigna comu a sola comu si vergognunu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Lite con coltello: 66enne di Biancavilla arrestato per tentato omicidio

Diverbio tra proprietari di terreni attigui, la vittima trasportata al “Maria Santissima Addolorata”

Pubblicato

il

Arrestato dai carabinieri un 66enne di Biancavilla con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Avrebbe colpito un coetaneo di Adrano con diversi fendenti. Adesso si trova rinchiuso nel carcere di Noto. I fatti sono stati ricostruiti dai militari, dopo che la vittima si è presentata nella stazione di Adrano, chiedendo aiuto.

L’uomo, che aveva vistose ferite da taglio in diverse parti del corpo e in particolare al collo e al volto, è stato immediatamente soccorso dai carabinieri. Chiamata un’ambulanza, è stato trasportato all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla.

Secondo quanto appurato dai militari, il 66enne adranita, proprietario di alcuni appezzamenti in contrada Irveri, aveva avuto un diverbio con il padrone dei terreni attigui, un 66enne di Biancavilla, per questioni relative ai confini dei fondi. La discussione si era però tramutata in una vera e propria lite, al termine della quale il biancavillese aveva usato un coltello da cucina, ferendo l’altro. Ferite con una prognosi –stabilita dai medici di Biancavilla– in 10 giorni.

Svolte le indagini, i carabinieri hanno quindi rintracciato l’aggressore nella sua abitazione. Qui è stato trovato con la maglietta ancora sporca di sangue ed in possesso del coltello appena utilizzato. Immediato l’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili