Connettiti con

News

I vantaggi dello smartworking per aziende, lavoratori e ambiente

Pubblicato

il

Lo smartworking ha rivoluzionato il modo di concepire il lavoro sia per le aziende che per i lavoratori, ognuna di queste parti ha potuto testare empiricamente tutti i benefici e vantaggi che si celano dietro il lavoro da casa.

Fra i benefici dello smartworking ci sono anche vantaggi che vanno ben oltre le due categorie appena citate e riguardano l’ambiente. Infatti, la riduzione degli spostamenti (soprattutto nelle grandi città) in determinati orari di punta, in cui migliaia di persone si recano contemporaneamente al lavoro, induce una notevole riduzione dell’impatto ambientale, paralizzando l’inquinamento assordante che le metropoli producono quotidianamente.

Se questo è sicuramente il vantaggio simbolicamente più profondo per il miglioramento della qualità della vita nel mondo, altri benefici sono all’ordine del giorno per aziende e lavoratori.

I vantaggi dello smartworking per le aziende

Ogni azienda può eliminare diversi costi di gestione ordinaria attraverso lo smartworking, innanzitutto con la riduzione degli spazi ad uso ufficio. Questo significa abbattere il costo degli affitti oppure gestire gli spazi in maniera diversa, destinandoli alla produzione, alla logistica o come magazzino aggiunto. In ogni caso i dipendenti continueranno a recarsi in ufficio ma a rotazione, a seconda delle esigenze aziendali, per questo serviranno meno spazi di lavoro comuni.

Un altro vantaggio è quello di acquistare un hardware ricondizionato per i dipendenti che dovranno lavorare da casa, questo costituisce un risparmio notevole se si pensa che questa tipologia (pc, tablet, portatile o smartphone) è come nuova.

Anche per quanto riguarda i buoni pasto, la mensa e rimborsi per i trasporti, l’azienda ottiene un notevole risparmio effettuando lo smartworking.

I vantaggi dello smartworking per i lavoratori

I vantaggi dello smartworking per i lavoratori derivano soprattutto dal miglioramento della qualità della vita: principalmente a livello ambientale, come già accennato.

Praticamente, ogni lavoratore risparmierà minuti ma anche ore preziose nel caso delle grandi metropoli, dove per raggiungere le aziende bisogna navigare nel traffico in tempesta o prendere vari mezzi pubblici. Risparmiare 2 – 3 ore al giorno per gli spostamenti significa avere a disposizione maggior tempo libero e ridurre lo stress almeno del 30%: tutto ciò si traduce con una migliore produzione lavorativa e maggiore serenità nella vita privata e sociale.

Avere più tempo per rilassarsi, coltivare hobby e divertirsi, è un vantaggio molto importante per rimanere sereni e lavorare meglio: produrre con più efficienza e cognizione di causa.

Un altro beneficio riguarda sicuramente il risparmio economico che deriva dal non dover raggiungere fisicamente l’azienda: abbonamenti per i mezzi pubblici, benzina o diesel, manutenzione di auto e moto, spese per il pranzo, sono tutti costi che con lo smartworking vengono abbattuti.

Chi è genitore ha la possibilità di gestire i figli attraverso lo smartworking, a patto che non si manchi di professionalità in entrambe le figure ricoperte. Con più tempo a disposizione è possibile seguire i figli durante i compiti a casa, preparare il pranzo, svolgere faccende domestiche, il tutto sfruttando il maggior tempo libero a disposizione.

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Lo spartitraffico diventa “galleggiante” lungo viale dei Fiori a Biancavilla

Acquazzone d’agosto con disagi per gli automobilisti non soltanto per il consueto tratto allagato

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Solito acquazzone, solito copione lungo viale dei Fiori, a Biancavilla. Stavolta, però, con una variante, che riguarda lo spartitraffico “New Jersey” posato su un tratto di strada alcune settimane fa. Gli elementi in plastica che separano le corsie sono diventati “galleggianti” a causa del consueto accumulo di acqua piovana.

Diversi blocchi separatori sono finiti per “invadere” una delle corsie, aggiungendo ulteriore disagio agli automobilisti in transito.

La separazione “morbida” delle due corsie si lega alla presenza delle strisce pedonali rialzate. Tutto ciò -nelle intenzioni del Comune- dovrebbe favorire in maniera sensibile la riduzione della velocità dei veicoli ed escludere del tutto i salti di corsia.

Se la presenza delle “barriere” in plastica ha già evitato sorpassi azzardati, resta da risolvere l’accumulo di acqua. Un “fenomeno” presente fin dall’inaugurazione del “nuovo” viale dei Fiori, avvenuta con la passata amministrazione comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili