Connettiti con

Pubblicato

il

Le denunce del sindaco Antonio Bonanno, l’indignazione dei parenti delle vittime. Al Tg1, un servizio di Vittorio Romano racconta lo scandalo dei presunti report truccati all’assessorato regionale alla Salute sui morti Covid.

Una delle intercettazioni riguarda il caso che riguarda l’ospedale “Maria Santissima Addolorata”. Era inizio novembre, quando le ambulanze facevano la fila per lasciare in reparto i pazienti Covid.

«I deceduti glieli devo lasciare o glieli spalmo?», chiede la dirigente dell’assessorato, Letizia Di Liberti. «Ma sono veri?», chiede Razza. «Sì, solo che sono di 3 giorni fa», risponde. E Razza dà l’ok: «Spalmiamoli un poco».

Uno dei tanti dialoghi intercettati e che farebbero emergere un disegno per falsare i report, in modo da non fare piombare la Sicilia in misure restrittive più drastiche. Che gli aggiornamenti quotidiani sui contagi presentassero discrepanze con la realtà, all’epoca, è stato fatto notare con un nostro editoriale e lo aveva evidenziato il sindaco Antonio Bonanno.

Nessuno poteva immaginare che dietro, stando alle accuse mosse contro i vertici della sanità siciliana, ci fosse una scelta precisa per falsificare i report.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Abbandono di rifiuti, due vigili urbani beccano una donna “insospettabile”

Gli agenti biancavillesi hanno identificato la cittadina incivile: dovrà pagare una multa salata

Pubblicato

il

Una donna “insospettabile” è stata colta da due vigili urbani di Biancavilla mentre abbandonava sacchetti di spazzatura. I due agenti, tra coloro assunti da poco, hanno provveduto ad identificare la donna, che ora dovrà pagare una salata sanzione. L’episodio è avvenuto nelle ore in cui si stava ripulendo la discarica illegale di via dei Pini.

«È il quadro impietoso del ‘riempi e svuota’ – è il commento del sindaco Antonio Bonanno – cui siamo costretti ad assistere per l’incomprensibile atteggiamento di pochi cittadini che inspiegabilmente non intendono adeguarsi a una regolare raccolta differenziata che proprio a Biancavilla dà i propri frutti con numeri record».

Il primo cittadino definisce «gesti ostili e insensati» le condotte di cittadini che di proposito violano le più elementari regole. La multa elevata alla cittadina incivile possa servire «da lezione –auspica Bonanno – a quei pochi incivili che ancora si rifiutano di aderire alla efficiente raccolta differenziata in tutto il territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti