Connettiti con

News

Insegnante contagiata dal virus, chiusa la scuola dell’infanzia di via Pistoia

Provvedimento adottato dal sindaco Antonio Bonanno, mentre l’Asp ha disposto la quarantena

Pubblicato

il

Chiusa la scuola dell’infanzia di via Pistoia a Biancavilla. Un’insegnante è risultata positiva al contagio Covid e sono scattate tutte le misure di prevenzione. La persona contagiata, tutte le colleghe dell’istituto e i bambini della sua classe (una ventina di alunni) adesso sono in quarantena. La decisione di chiusura è contenuta in un’ordinanza del sindaco Antonio Bonanno, mentre le disposizioni sull’isolamento domiciliare sono seguite dall’Asp di Catania.

A darne comunicazione è stato lo stesso primo cittadino, a garanzia del personale scolastico, dei bambini e dei loro genitori.

«Una insegnante dell’asilo di via Pistoia, non si tratta tuttavia di una nostra concittadina, è risultata positiva al Covid-19. Le auguriamo tutti, di riprendersi presto», ha specificato Bonanno.

«Nel frattempo, d’accordo con la dirigente scolastica ho disposto, fin da adesso, la chiusura dell’asilo di via Pistoia, per l’appunto disponendone anche la sanificazione delle aule in via del tutto precauzionale».

I genitori informati a tarda sera

Dettagli comunicati dal Comune ad Agata Di Maita, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Antonio Bruno”, da cui dipende il plesso di via Pistoia, già a mezzanotte. Informati subito il gruppo mamme. All’ora dell’ingresso a scuola, infatti, soltanto due genitori si sono presentati perché non avevano avuto modo di essere informati.

Ad ogni modo, sul posto ha garantito la sua presenza l’assessore alle Politiche scolastiche, Francesco Privitera, proprio per informare gli eventuali genitori che non fossero stati a conoscenza che la scuola di via Pistoia fosse stata chiusa.

L’ordinanza di chiusura, che consentirà anche la sanificazione dei locali, è valida fino a lunedì 19 ottobre. Da quel giorno l’edificio ritornerà nelle disponibilità della scuola. Ma il periodo di quarantena imposto a bambini ed insegnanti determinerà con ogni probabilità l’interruzione di fatto di ogni attività didattica.

«La situazione nelle scuole – ha sottolineato il sindaco Bonanno– è monitorata costantemente con l’Asp in modo da avere un quadro immediato su ogni situazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Covid a Biancavilla, contagi in calo ma ci sono cinque classi in quarantena

Alla scuola media “Luigi Sturzo” e al Secondo circolo didattico “positivi” nove alunni e tre insegnanti

Pubblicato

il

di VITTORIO FIORENZA

Ancora una volta la scuola media “Luigi Sturzo” di Biancavilla alle prese con alunni e insegnanti risultati positivi al coronavirus. E ancora una volta sono scattate le misure di prevenzione che il protocollo sanitario prevede per arginare la diffusione del Covid.

Sottoposte al periodo di quarantena risultano quattro classi. Nel complesso, gli alunni della “Sturzo” con tampone positivo sono 8, di cui 4 emersi nello screening effettuato in questi giorni. A loro si aggiungono pure tre insegnanti. Il dirigente scolastico ha dato relative comunicazioni ai genitori, predisponendo la didattica a distanza.

C’è anche un’altra classe in quarantena al Secondo circolo didattico. Decisione presa dopo la positività al virus riscontrata su un alunno. Si avvia verso la conclusione del periodo di isolamento, invece, una classe del Primo circolo didattico, i cui alunni quindi si apprestano a fare rientro a scuola.

Il quadro aggiornato dei contagi attualmente attivi, fornito dall’Asp di Catania, riporta per Biancavilla 98 casi di Covid e soltanto una persona attualmente ricoverata in ospedale. Si tratta di dati che confermano un calo dell’incidenza virale. Dati che, comunque, non consentono di abbassare la guardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili