Connettiti con

Politica

Biancavilla si candida per riqualificare zona “Casina”: in ballo 4 milioni di euro

Progetto elaborato dalla Giunta Bonanno per le piazze Martiri della Resistenza e Martiri d’Ungheria

Pubblicato

il

Il Comune di Biancavilla partecipa con un progetto di 4 milioni di euro nel raggruppamento tra comuni catanesi. Insieme si apprestano a varare un Piano Urbano Integrato, che passerà al vaglio della Città Metropolitana. A quest’ultima, assegnati oltre 185 milioni di euro, fondi del Pnrr per la cosiddetta “Rigenerazione Urbana”. Entro il 7 marzo l’ex Provincia provvederà a individuare i progetti finanziabili. Proprio in queste ore, i tecnici del Comune sono impegnati ad ultimare le schede progettuali.

«Se il Piano Integrato sarà scelto e finanziato – osserva il sindaco Antonio Bonanno – vogliamo intervenire nel quartiere Casina: Piazza Martiri d’Ungheria e Piazza della Resistenza. In quella area previsto un grande parcheggio cittadino. Gli interventi comprendono la rivisitazione della pavimentazione, la formazione di marciapiedi, l’abbattimento delle barriere architettoniche e la realizzazione di punti di innovazione energetica con colonnine di ricarica».

«Sono grato all’assessore Marco Cantarella che sta facendo un ottimo lavoro, curando tutto l’iter progettuale. Spero davvero -dice Bonanno- che questo nostro progetto possa essere realizzato, sì da coprire un’area importante della nostra città».

Nell’arco di pochi mesi, infatti, quasi tutto il territorio di Biancavilla è stato interessato da importanti interventi di riqualificazione. Si pensi ai 5 milioni per il quartiere di Spartiviale (fondi Pnrr) e lavori lungo Viale dei Fiori (fondi Aree Interne). Quasi tutta la città, in sostanza, è coinvolta in un processo di riqualificazione.

Sempre con i fondi del Pnrr, la giunta comunale ha approvato il progetto per l’ammodernamento e il miglioramento del centro di raccolta comunale dei rifiuti. L’obiettivo è quello di ottimizzare la raccolta differenziata. Presentata un’istanza di finanziamento per dotare il Comune di Biancavilla di un ecocompattatore, un macchinario che seleziona i rifiuti e ne riduce il volume.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili