Connettiti con

In città

Il Natale 2021 con i presepi degli ospiti della comunità “Cenacolo Cristo Re”

Le opere sono state realizzate nell’ambito delle attività di laboratorio seguite dagli operatori

Pubblicato

il

Anche quest’anno la comunità terapeutica assistita “Cenacolo Cristo Re” si apre al territorio, allestendo degli artistici presepi della tradizione siciliana.

L’attività laboratoriale in questi ultimi mesi ha prodotto degli elementi raffiguranti la scena ed i personaggi della Natività. I pastori, lavorati in terracotta, rivestiti con panneggi e stoffe, sono apparsi ancor più somiglianti alla realtà. Lavoro eseguito dagli ospiti della struttura attentamente seguiti dagli operatori.

Le composizioni presepiali esposte in diversi punti strategici della città di Biancavilla (un Circolo Culturale nel centro storico, un esercizio commerciale, nella Casa di Cura di Croce al Vallone). Quello più scenograficamente rilevante è in mostra nel chiostro del Palazzo Minoriti di Catania, all’interno della rassegna “Natale ai Minoriti”.

Apprezzamenti rivolti dai numerosi visitatori, gratificando così gli ospiti che si sono impegnati con passione e pazienza alla loro realizzazione.

In Comunità, una mattinata di festa ha dato inizio ai festeggiamenti del Natale. Presidenza, Dirigenza generale e amministrativa, personale, volontari e ospiti si sono scambiati gli auguri in una piacevole atmosfera ricca di spiritualità, con musiche, nenie e dolci caratteristici del periodo.

Ancora le festività sono state scandite anche dalle visite ai famosi ed esclusivi presepi di Caltagirone e di Acireale, suscitando nei partecipanti ammirazione e stupore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

A Villa delle Favare Laura Ingiulla ispirata dalla “Margherita” di Bulgakov

Pièce teatrale firmata dall’attrice biancavillese diplomata all’Accademia d’arte del Dramma antico di Siracusa

Pubblicato

il

È ispirato al mondo di Michail Bulgakov lo spettacolo “Margherita Stazione 19”, di e con Laura Ingiulla, regia di Manuel Giliberti. Andrà in scena venerdì 23, ore 20.30, a Villa delle Favare, nell’ambito della rassegna dedicata alla festività di San Placido.

L’opera vede in scena come sola protagonista Margherita, personaggio centrale del romanzo “Il Maestro e Margherita” dell’autore russo, che racconta le vicende della realtà russa degli anni ’30 e del suo rapporto d’amore con il Maestro. Nel finale si assiste alla trasformazione surreale del personaggio.

Ad interpretare Margherita e a firmare la pièce teatrale è la biancavillese Laura Ingiulla, 30 anni, attrice e imprenditrice diplomata all’Accademia d’Arte del Dramma Antico – ADDA di Siracusa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili