Connettiti con

Politica

Pista di elisoccorso all’ospedale di Biancavilla, l’Asp affida la progettazione

L’opera, richiesta e attesa da anni, costerà 500mila euro e sarà realizzata su un’area di 1225 mq

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Affidato l’incarico per la progettazione dell’aviosuperficie dell’Ospedale di Biancavilla. L’opera sarà realizzata nella parte sommitale dell’area ospedaliera, per un totale di 1225 mq.

I lavori saranno realizzati con fondi del Bilancio aziendale, per un importo complessivo di oltre 500mila euro, ivi compresi i lavori di bonifica e sicurezza ambientale. In corso anche la progettazione della ristrutturazione del padiglione B del nosocomio che ospiterà i reparti di Medicina e Laboratorio analisi.

«Con questi investimenti – afferma il direttore generale dell’Asp di Catania, dott. Maurizio Lanza -, in armonia con le linee di indirizzo del Governo regionale, puntiamo a consolidare le reti assistenziali del territorio, in modo da erogare una moderna assistenza medica e a dare un forte impulso alla capacità di risposta del sistema sanitario della nostra provincia in caso di emergenza. Per l’Ospedale di Biancavilla abbiamo previsto anche un programma di investimenti per l’adeguamento e l’innovazione tecnologica».

L’opera è attesa da anni. La richiesta per la sua realizzazione si deve alla battaglia di Carmelo Greco, che ha mosso migliaia di persone del comprensorio. Una battaglia cominciata all’indomani della morte del figlio Giuseppe, in un incidente autonomo a pochi passi dall’ospedale.

In una nota, il sindaco Antonio Bonanno esprima la sua soddisfazione: «Era uno dei punti programmatici principali della mia amministrazione. E’ un bene per tutta la cittadinanza apprendere che sarà ripristinato l’ufficio ticket, all’Asp abbiamo rappresentato i disagi che l’assenza di un servizio del genere comportava».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Biancavilla in balìa dell’Acoset: acqua ridotta, disservizi in vari quartieri

L’azienda riduce di 6 litri al secondo la consueta erogazione, il sindaco Bonanno si rivolge al prefetto

Pubblicato

il

L’Acoset ha ridotto l’erogazione idrica a Biancavilla. Ciò sta creando disagi agli utenti che risiedono in particolare nel centro storico (non serviti dai pozzi comunali).

Il primo cittadino ha informato della situazione la Prefettura di Catania. «Pur comprendendo le difficoltà della società idrica, il sindaco Bonanno – informa una nota del Comune – ha chiesto all’Acoset di ripristinare il più presto possibile l’erogazione idrica nelle quantità necessarie al fabbisogno dei cittadini».

Secondo il Piano Regolatore delle Acque, l’Acoset è tenuta a fornire al Comune di Biancavilla (pur non facendo parte della società) 23 litri al secondo di acqua. Di solito, tuttavia, l’erogazione è stata garantita per 27-28 l/s, un quantitativo che (unito a quello dei pozzi del Comune) riesce a coprire il fabbisogno. Adesso, però, per carenza idrica ed esigenze aziendali, a Biancavilla vengono forniti 21 litri al secondo. Un quantitativo insufficiente, che è causa dei disservizi presenti in diversi quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti