Connettiti con

Politica

Marco Cantarella e Luigi D’Asero sono i nuovi assessori della Giunta Bonanno

I due amministratori, nominati dal sindaco, hanno prestato giuramento, in attesa delle deleghe

Pubblicato

il

Hanno giurato i due nuovi assessori della giunta Bonanno, Marco Cantarella (dimessosi da presidente del Consiglio Comunale) e Luigi D’Asero.

La cerimonia – alla presenza di esponenti politici, amici e familiari dei due nuovi amministratori – si è svolta nell’aula consiliare. Dopo il pronunciamento della formula, davanti al segretario comunale, Innocenza Battaglia, e al sindaco Antonio Bonanno, il primo cittadino ha rivolto loro l’augurio di buon lavoro.

«Ringrazio – ha detto Bonanno – gli assessori uscenti Francesco Privitera (presente alla cerimonia di giuramento, ndr.) e Salvo Scalisi per l’impegno profuso. Sono certo che, come avvenuto in passato, anche i due nuovi assessori sapranno esprimere il loro impegno con l’aiuto e il sostegno delle famiglie e dei loro amici». 

«In questa fase particolare di ripartenza – ha aggiunto Bonanno – è necessario uno sprint sul piano amministrativo. La mia amministrazione si avvarrà dell’esperienza di Cantarella e D’Asero, la cui esperienza in Consiglio Comunale è stata importante».

Di ruolo completamente nuovo ha parlato Marco Cantarella: «Sono certo faremo bene assieme al resto della squadra».

D’Asero, dal canto suo, ha ringraziato l’assessore uscente e collega di partito Francesco Privitera: «Ben felice di mettere a disposizione la mia esperienza al servizio della città».

Subito dopo il giuramento, i due nuovi assessori hanno partecipato alla prima riunione di giunta. Nei prossimi giorni il sindaco Bonanno procederà all’assegnazione delle deleghe.

L’assessore uscente Francesco Privitera resterà comunque un riferimento della Giunta con formale incarico del sindaco. Bonanno lo aveva annunciato, dopo l’intervista dal nostro giornale: «In una bella intervista, il quotidiano Biancavilla Oggi ripercorre i mesi di lavoro dell’assessore all’emergenza Covid Francesco Privitera, dimessosi pochi giorni fa per passare il testimone a un collega di partito. Per l’eccellente lavoro reso al servizio della comunità biancavillese, ho deciso di lasciargli la delega all’emergenza Covid. Francesco Privitera, quindi, resta nella squadra di lavoro dell’amministrazione. È il ringraziamento da parte mia e di tutta la città al suo esemplare impegno fattivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carmelo Salamone, nuovo direttore amministrativo al Comune di Biancavilla

È vincitore di concorso, formalizzata la sua assunzione: lavorerà allo Sportello per le Attività produttive

Pubblicato

il

Firma del contratto, lunedì si comincia. Il dott. Carmelo Salamone, 36 anni, è il nuovo istruttore direttivo amministrativo del Comune di Biancavilla. Salamone, biancavillese, laureato in Giurisprudenza, è il vincitore del concorso il cui iter si è concluso il 18 marzo scorso. Andrà a rafforzare la squadra di lavoro amministrativa. Lavorerà allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), il soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che hanno ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi.

Il nuovo assunto darà manforte allo SUAP del Comune di Biancavilla al centro di una profonda trasformazione. Sta per partire, infatti, lo SUAP ONLINE, piattaforma digitalizzata per l’accoglimento di istanze, domande, richieste, SCIA, comunicazioni e ogni altra procedura autorizzatoria o comunicativa.

«Al dott. Salamone – afferma il sindaco Antonio Bonanno – ho augurato buon lavoro. Sono certo che darà un contributo di qualità ed efficienza alla macchina amministrativa. La sua assunzione è stata resa possibile dall’apertura dei concorsi che ha permesso al nostro Comune di aprire a nuove forze in sostituzione dei professionisti andati in pensione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti