Connettiti con

News

Covid, al punto vaccinale di Biancavilla altre 720 inoculazioni in due giorni

L’assessore Francesco Privitera: «Macchina organizzativa rodata e apprezzata dai vertici sanitari»

Pubblicato

il

Nel terzo weekend vaccinale, al Com di Biancavilla sono state fatte complessivamente 720 vaccinazioni (410 ieri, 310 oggi). Anche oggi è andata a pieno ritmo l’inoculazione di siero “Moderna” per gli “over 80”, “vulnerabili” e “caregiver” familiari.

«Siamo molto contenti del lavoro svolto dai medici di base – sottolinea l’assessore alla Protezione Civile, Francesco Privitera, coordinatore dell’organizzazione – e il numero altissimo di dosi inoculate lo dimostra. La macchina organizzativa è ormai rodata e raggiunge risultati lusinghieri apprezzati anche dai vertici sanitari. Oltre all’eccellente lavoro dei medici di base va apprezzata anche l’opera dei volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile: il loro costante impegno è davvero ammirevole».

Al Com di via Marcello Paternò, la campagna di vaccinazioni prosegue anche nel prossimo weekend: per sabato 22 e domenica 23 è già stata annunciata una nuova “due giorni” con la stessa tipologia di queste settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Anche a Biancavilla avvertita scossa di terremoto con una magnitudo di 2.8

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha individuato l’epicentro a Santa Maria di Licodia

Pubblicato

il

Scossa di terremoto nettamente avvertita anche dalla popolazione di Biancavilla. Un forte tremore percepito soprattutto da chi si trovava ai piani alti delle abitazioni. C’è chi si è riversato in strada e chi ha cercato conferme sui social.

Gli strumenti della sala operativa dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania hanno individuato l’origine del sisma in territorio di Santa Maria di Licodia, a d una profondità di 1 km. La magnitudo è stata di 2.8.

Un evento certamente non paragonabile all’intensità del terremoto dell’ottobre 2018, quando la magnitudo aveva raggiunto 4.6. Ma il ricordo di quella notte –quando si sono registrati danni a chiese, scuole ed abitazioni– è ancora vivo a Biancavilla.

E il caso vuole che la scossa sismica di oggi abbia preceduto di alcune ore la cerimonia eucaristica nella parrocchia dell’Idria. Cerimonia con l’arcivescovo di Catania, mons. Salvatore Gristina, per riconsegnare formalmente l’edificio sacro ai fedeli, dopo i lavori di ristrutturazione dovuti proprio ai danni del sisma del 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili