Connettiti con

Politica

Sicurezza anti-Covid nelle scuole, D’Asero: «Cercare ulteriori immobili»

Possibilità di acquisire nuovi spazi per le attività didattiche: sollecito del gruppo “Volare per Biancavilla”

Pubblicato

il

Presa di posizione del consigliere Luigi D’Asero del gruppo “Volare per Biancavilla, in vista dell’inizio dell’anno scolastico con riferimento alle misure di sicurezza per i bambini contro i rischi di contagio del coronavirus.

L’esponente di maggioranza si rivolge all’amministrazione comunale, richiamando le disposizioni del governo nazionale con lo stanziamento di fondi destinati agli enti locali per l’affitto o l’acquisizione di strutture che servano ad ampliare gli spazi per le attività scolastiche.

D’Asero chiede alla Giunta Bonanno «di valutare la possibilità di accesso a detti finanziamenti e di avviare un’indagine conoscitiva sul territorio di Biancavilla riguardo alla disponibilità di strutture idonee ad accogliere attività didattica, al fine di trovarsi pronti a fronteggiare eventuali necessità o emergenze che possano nascere con l’avvio delle attività, il tutto per il benessere dei nostri ragazzi».

Il consigliere comunale sollecita così il governo cittadino «sebbene tutti gli istituti scolastici di Biancavilla si stiano già adeguando –viene specificato nella missiva inoltrata al sindaco Antonio Bonanno– per il rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid».

Un sollecito perché «l’effettivo inizio delle lezioni potrebbe far rilevare disagi, oggi magari non prevedibili, in termini logistici e nella fruizione degli spazi da parte dei bambini».

Già il mese scorso il sindaco Antonio Bonanno e l’assessore Francesco Privitera avevano effettuato un sopralluogo negli istituti scolastici di Biancavilla per verificare quali fossero le priorità e le necessità. Tra questi, quello di garantire un numero adeguato di banchi singoli. Il Comune di Biancavilla, per interventi nelle scuole, è destinatario di un finanziamento statale di 130mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Bonanno dà l’annuncio atteso da oltre 16 anni: «Approvato Prg di Biancavilla»

Un lunghissimo iter per uno strumento urbanistico già superato, il sindaco: «Adesso va adeguato»

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Dopo un iter durato oltre 16 anni, l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente ha ufficialmente dato il via libera al Piano Regolatore Generale di Biancavilla. Gli ultimi passaggi di sorta erano state le controdeduzioni inviate dal Consiglio Comunale alla Regione.

«In altri tempi, avremmo potuto parlare di un traguardo storico ma oggi mi preme, semmai, evidenziare come siamo riusciti a condurre in porto una nave che era stata fatta arenare durante il suo tragitto», spiega il sindaco Antonio Bonanno.

Il percorso burocratico-amministrativo per l’adeguamento del Prg è cominciato durante la Giunta del sindaco Mario Cantarella.

«Abbiamo sbloccato un iter fermo da anni. E questo è un fatto. Ma questo Prg, così come ho avuto modo di sottolineare in decine di altri interventi, è anche –sottolinea Bonanno– un Piano abbondantemente sorpassato. E questo è un altro fatto».

«Siamo riusciti chiudere un capitolo che incideva anche sulla tutela della salute in riferimento alla specificità della fluoroedenite ed ai parametri di sviluppo legati alla nostra città ed al territorio».

«Assieme alla mia giunta, al consiglio comunale, alle forze politiche e sociali e di concerto ai tecnici penseremo a come migliorare un Prg che va riportato al passo con i tempi e, dunque, con le esigenze dei biancavillesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili