Connettiti con

Politica

Differenziata, l’orgoglio del sindaco: premiata Biancavilla “top” in Sicilia

Punte di oltre il 70%: riconoscimento della Regione per le percentuali mai raggiunte prima

Pubblicato

il

Biancavilla tra i comuni più virtuosi della Sicilia per la raccolta differenziata. Un risultato mai ottenuto prima, grazie a percentuali di raccolta che hanno raggiunto punte superiori al 70%, e che adesso la Regione Sicilia ha premiato.

«Un risultato straordinario che condivido assieme a voi biancavillesi, perché siete proprio voi biancavillesi i protagonisti del riconoscimento di prestigio che la Regione siciliana ha consegnato alla città di Biancavilla», ha commentato il sindaco Antonio Bonanno. È dopo avere ricevuto il riconoscimento nel corso di una cerimonia pubblica a Palermo, accompagnato dal capo dell’Ufficio tecnico comunale, l’ing. Placido Mancari.

Biancavilla ha così ricevuto un attestato di merito da parte dell’assessore regionale Pierobon per avere oltrepassato la soglia “fatidica” del 66% di raccolta differenziata.

«Siamo tra i Comuni virtuosi della Sicilia. Un caposaldo di sviluppo e civiltà. E se penso da dove eravamo partiti… di motivi per essere orgogliosi, ce ne sarebbero tanti. Questo riconoscimento è un onore per ognuno di noi», sottolinea ancora Bonanno, che ricorda così la gestione della raccolta differenziata ereditata dalla precedente amministrazione comunale, che poteva “vantare” intorno al 40% con alcuni mesi in cui si registrava persino una differenziata del 20%.

Raccolta differenziata mai così alle stelle

La media registrata nel 2019 -come aveva già anticipato Biancavilla Oggi– è del 66,4% (quando il dato siciliano è del 40%). Ma ci sono punte che superano il 70%. Questi i dettagli: gennaio 58.5%, febbraio 61.1%, marzo 65.9%, aprile 70.9%, maggio 67.9%, giugno 67.6%, luglio 71.1%, agosto 69.8%, settembre 70.0%, ottobre 67.6%, novembre 62.5%, dicembre 62.5%.

Sono numeri che pongono Biancavilla nella parte alta della classifica e, in provincia di Catania, in seconda posizione (dopo Belpasso) tra i comuni con oltre 20mila abitanti.

Le percentuali che mese dopo mese ha collezionato Biancavilla non hanno precedenti nella gestione della differenziata in quasi 25 anni. A partire, quindi, dall’epoca dell’amministrazione Manna, che ha cominciato a fare la raccolta, facendo attenzione a separare i rifiuti in base alla loro tipologia.

«Un percorso che –conclude il sindaco Bonanno– prosegue con il Capo dell’Ufficio, ingegnere Mancari, al responsabile della ditta del servizio rifiuti, Alessandro Morabito, alla Polizia municipale con controlli e video-trappole. Quanti sacrifici. Quante difficoltà. Ma, alla fine, la strada imboccata è quella giusta. Continuiamo così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Rivoluzione nel centro storico di Biancavilla che diventa isola pedonale

Provvedimento sperimentale, il sindaco Bonanno: «Uno spazio libero da auto per cittadini e bambini»

Pubblicato

il

A partire da domenica 28 febbraio il centro storico cittadino sarà chiuso al traffico dalle 9 alle 13. Da Piazza Idria a Piazza Sant’Orsola, passando per Piazza Roma, il “cuore” della città diventa Isola pedonale riservata soltanto ai cittadini.

«È un progetto sperimentale – spiega il sindaco Antonio Bonanno – che la mia amministrazione ha deciso di avviare per ridare vivibilità all’ampio percorso del nostro centro storico. Valuteremo l’impatto e verificheremo se ci sono delle correzioni da apportare».

«Vorrei che i bambini e, più in generale, tutti i cittadini –specifica Bonanno– usufruissero degli spazi liberati dalle auto per mezza giornata. Penso anche a tutti i ciclisti per i quali tutto il percorso rappresenta una sorta di passeggiata ideale».

L’intervento è stato pianificato in collaborazione con il Comandante della Polizia municipale. Previste, nei casi di necessità, le alternative per non penalizzare quanti devono muoversi in auto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili