Connettiti con

Politica

Rifiuti, a Biancavilla -40% in bolletta: ecco come partecipare al progetto

Iniziativa sperimentale per 200 famiglie con un piccolo centro di compostaggio in zona “Fontana vecchia”

Pubblicato

il

Riduzione della bolletta dei rifiuti a Biancavilla: obiettivo possibile. È stato pubblicato sul sito internet del Comune di Biancavilla l’avviso per la selezione delle utenze domestiche e non domestiche aderenti al progetto di compostaggio di comunità “MIDA NOWASTE” e costituzione dell’organismo collettivo “S.C. MIDA”.

Le 200 famiglie selezionate potranno beneficiare di uno sgravio in bolletta fino al 40% della parte variabile della Tari così come previsto dal Regolamento comunale sulla pratica del compostaggio di comunità.

Il progetto è coordinato dall’IRSSAT e proposto in collaborazione con il Comune di Biancavilla, Nest srl, Envisep Srl e Rifiuti Zero Sicilia. Si è classificato al primo posto tra le innovazioni selezionate dal Ministero dell’Ambiente. L’ambito è quello del “Bando per il cofinanziamento di progetti di ricerca volti allo sviluppo di tecnologie per la prevenzione, il recupero, il riciclaggio ed il trattamento di rifiuti non rientranti nelle categorie già servite da consorzi di filiera”. Contribuisce alla individuazione di sistemi innovativi per il compostaggio di comunità.

La piattaforma per il compostaggio sarà realizzata nell’area verde di via Taranto (zona “Fontana vecchia”, dietro i locali dell’ex macello). Sarà al servizio delle utenze residenti nel raggio di 1 km. Si tratta di un “micro” impianto che tratterà circa 80 tonnellate annue.

La piattaforma sarà costituita da 5 postazioni. L’utente, utilizzando un display intuitivo, potrà agevolmente introdurre i propri scarti organici e avviare il ciclo di trattamento.

Sarà accessibile semplicemente grazie a un sistema di identificazione e controllo tramite smart card e/o app. Un sistema con il quale sarà monitorato il quantitativo di organico conferito e calcolato lo sgravio spettante. È prevista la possibilità di prenotare il conferimento per evitare eventuali attese e rispettare il distanziamento sociale.

Risparmio e rispetto ambientale

Riduzione della bolletta dei rifiuti, a Biancavilla. Ma non solo. C’è il rispetto ambientale. «Abbiamo già raggiunto una percentuale di raccolta differenziata straordinaria e dobbiamo continuare differenziando sempre meglio. Con questo progetto innovativo diamo ai nostri concittadini anche l’opportunità di risparmiare. Sempre in un’ottica di innovazione, riciclo e rispetto dell’ambiente», dichiara il Sindaco Antonio Bonanno.

Tra i progetti dell’IRSSAT in collaborazione con il Comune, è in programma anche la riqualificazione dell’area verde con il ripristino dell’area giochi attrezzata per i bimbi e l’installazione di una casa dell’acqua.

«L’obiettivo è quello di trasformare il conferimento dei propri rifiuti organici in un’occasione per fare una piacevole passeggiata in mezzo al verde», sottolinea il presidente IRSSAT Giuseppe Lo Bianco. «Alla fine del progetto produrremo compost di alta qualità ed energia per rendere autosufficiente l’impianto».

Come partecipare al progetto

Per partecipare al bando, gli interessati possono inviare la loro richiesta entro le ore 12 del 15 luglio, compilando il modello pubblicato online nel sito del Comune.

La domanda, con allegata la copia della carta di identità del richiedente, va consegnata all’ufficio protocollo del Comune o spedita tramite posta; può anche essere inviata tramite pec a protocollo@pec.comune.biancavilla.ct.it, o per email a protocollo@comune.biancavilla.ct.it.

I richiedenti selezionati saranno inseriti in una graduatoria elaborata dando priorità in base al maggior numero di componenti del nucleo familiare ed alla vicinanza del luogo di residenza dell’utente alla piattaforma.

Si intende inoltre promuovere la partecipazione di più famiglie residenti nella stessa via/viale/piazza o nello stesso stabile/condominio. A tal fine, l’istanza prevede uno spazio in cui è possibile indicare i nominativi degli altri richiedenti in modo da poter ottenere un punteggio bonus ed essere selezionati in gruppo.

Le famiglie ammesse conferiranno i propri rifiuti umidi esclusivamente presso la piattaforma di comunità per almeno 12 mesi. Si impegneranno a partecipare alle attività informative sull’uso della piattaforma, dell’app e dei macchinari, nonché alle attività di promozione del progetto.

Per ottenere lo sgravio fiscale è necessario riciclare annualmente almeno 80kg di scarti organici per ciascun componente del nucleo familiare. Si tratta di una soglia minima che tiene conto di eventuali mancati conferimenti per esempio nei mesi estivi.

Per informazioni o chiarimenti è possibile contattare l’Area Tecnica del Comune di Biancavilla – Tel. 095/7600317 – e-mail: mancari@comune.biancavilla.ct.it, oppure rivolgersi alla segreteria dell’IRSSAT (coordinatore del progetto) Tel. 095/2938216 – 095/7188869 – e-mail: segreteria@irssat.it.

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Carenza idrica, riunione d’urgenza a Biancavilla: stanziati 85mila euro

Disservizi in varie zone: sopralluogo nei pressi di viale dei Fiori, dove i disagi sono più marcati

Pubblicato

il

A Biancavilla, come nel resto della Sicilia, si registra una carenza idrica che sta portando una serie di disservizi in viarie zone. L’abbassamento delle falde nei tre pozzi cittadini ha prodotto un calo di circa 13 litri al secondo. Per affrontare e risolvere i disagi, l’amministrazione comunale ha stanziato 85mila euro da utilizzare per la manutenzione straordinaria dei pozzi.

Una riunione convocata d’urgenza dal sindaco Antonio Bonanno ha chiamato al palazzo comunale gli assessori Vincenzo Giardina e Mario Amato. Con loro anche il capo area del settore, il responsabile della Protezione Civile del Comune e i fontanieri comunali.

«Grazie alle risorse messe in campo – dice Bonanno – provvederemo a spurgare i pozzi e ad attuare interventi migliorativi che ci permettano di recuperare l’acqua perduta e tornare ai normali livelli di erogazione. Nel frattempo abbiamo attivato la Protezione Civile per mettere sin da subito a disposizione dei cittadini un’autobotte per il rifornimento delle abitazioni rimaste all’ascolto. Un’autobotte comunale – lo ricordo – è attiva da giorni».

Un sopralluogo del primo cittadino e dell’assessore Giardina è stato effettuato nella zona di Viale dei Fiori, dove l’erogazione idrica, in maniera più marcata rispetto ad altre aree cittadine, si muove a macchia di leopardo. In altre zone sono state riscontrate delle perdite in corso di riparazione.

Un’emergenza siciliana

«Va da sé che a nessuno di noi sfuggono le dimensioni della crisi idrica in atto, fenomeno di vasta portata che ha indotto il presidente della Regione Siciliana Schifani a chiedere lo stato di emergenza e a invitare tutti i siciliani a un utilizzo razionale della risorsa acqua. Sulla scorta di queste sollecitazioni, anche il Comune di Biancavilla – sottolinea Bonanno – emanerà nei prossimi giorni una serie di direttive affinché nessuno sciupi l’acqua che ha a disposizione». 

Le ditte che dovranno eseguire i lavori di manutenzione straordinaria sono già stata incaricate. Nei prossimi giorni i cittadini saranno avvertiti in tempo utile quando l’erogazione dai pozzi sarà interrotta per consentire gli interventi.

«Rivolgo sin d’ora un appello a tutti i biancavillesi a razionalizzare l’acqua. Sappiate – conclude il sindaco – che alla questione idrica la mia amministrazione sta dando priorità assoluta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti