Connect with us

Associazionismo

Settimana santa, appello ai biancavillesi per raccogliere beni di prima necessità

Tre associazioni in campo: già distrubuiti alimenti, prodotti per l’igiene e per i bambini persino 35 ciucci

Pubblicato

il

«Per la Settimana Santa si confida nella generosità di quanti hanno donato e di chi vorrà aggiungersi anche in forma anonima, in modo da poter soddisfare le esigenze alimentari di quelle famiglie che in questo periodo si trovano in evidente stato di difficoltà».

È l’appello lanciato, mentre si avvicina la Pasqua, dai volontari del coordinamento, che raggruppa tre associazioni (Onlus Protezione Civile Biancavilla, Gepa e Security), impegnato da giorni nella raccolta di generi di prima necessità da destinare a famiglie che versano in disagio economico, aggravato dal blocco delle attività per l’emergenza “Coronavirus”.

Per fare donazioni di prodotti si possono contattare i volontari a questo numero di cellulare: 3519483005.

Il bilancio parziale di una settimana intensa di raccolta di beni di prima necessità e conseguente consegna alle famiglie è soddisfacente.

Sono stati distribuiti all’incirca oltre 500 Kg di pasta, 250 kg di pane, 250 bottiglie di passata di pomodoro, 250 lattine di pomodori pelati, 30 litri di olio, 20 kg di zucchero, 100 litri  di latte, 300 pezzi tra crackers, biscotti, e brioche, 20 kg di dessert e  pasta di mandorle, 15 kg di sale, 20 litri  di aceto, 50 barattoli di fagioli, oltre a 50 pezzi misti di tonno, mais, piselli e würstel.

Copiosa è stata anche la generosità nella donazione di prodotti ortofrutticoli. E poi 50 bottiglie di prodotti per la pulizia della casa ed altrettanti per l’igiene della persona. Per quanto riguarda i prodotti baby, circa 360 confezioni di pannolini di diverse taglie, oltre che 35 ciucci e circa 50 confezioni di omogeneizzati vari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Associazionismo

Anziani monitorati con smartwacht, Biancavilla premiata dalla Croce Rossa

Iniziativa sperimentale per il controllo a distanza di persone con problemi di orientamento e difficoltà cognitive

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

C’è anche Biancavilla tra i comuni italiani interessati al progetto “CRI per le persone”. Tra le 100 persone affette da disturbi di orientamento spaziale o difficoltà cognitive, selezionate in tutto il territorio nazionale, quattro sono biancavillesi, individuate tramite i Servizi sociali, dopo avere interpellato i medici di base.

Saranno dotate tutte, gratuitamente, di uno smartwatch che avrà varie funzioni, tra cui la possibilità di geolocalizzare la persona quando oltrepasserà la zona “sicura” da lui stesso, dai familiari o dal caregiver. Segnalerà anche eventuali cadute accidentali, malori fisici e situazioni di allarme. 

Il progetto sperimentale avrà durata semestrale con possibilità di essere reso “stabile” ed allargato ad altri utenti. È stato presentato al palazzo comunale dal presidente del Comitato di Catania della Croce Rossa, Stefano Principato, assieme al sindaco Antonio Bonanno e al consigliere Salvo Pulvirenti, tra i volontari dell’Unità territoriale di Biancavilla.

Il presidente Principato ha sottolineato il radicamento della Croce Rossa a Biancavilla, motivo della scelta di coinvolgere l’amministrazione comunale nel progetto. Dal suo canto, il sindaco Bonanno si è detto «orgoglioso dell’inserimento di Biancavilla nell’iniziativa sperimentale rivolta soprattutto a persone anziane». Il primo cittadino ha ricordato come la prefettura abbia sollecitato i Comuni a concentrare l’attenzione anche nei confronti di persone con problemi cognitivi. «Questo intervento è una prima risposta, da ampliare ad altre famiglie perché possano aumentare la qualità della loro vita», ha specificato Bonanno, mostrando gratitudine alla Croce Rossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...

Associazionismo

Grest, 77mila euro a Biancavilla per parrocchie, scuole e terzo settore

Finanziamento statale per attività estive rivolte a bambini dai 3 ai 14 anni: istanze entro il 17 luglio

Pubblicato

il

Attraverso un finanziamento statale di 77 mila euro, l’amministrazione comunale interviene a sostegno delle attività estive realizzate da enti pubblici e privati, scuole dell’infanzia paritarie, scuole di ogni ordine e grado, enti del terzo settore, imprese sociali ed enti ecclesiastici e di culto: un intervento che mira al potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socio-educativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020.

Il sostegno del Comune si realizzerà attraverso l’assegnazione a ciascun progetto di un contributo economico fisso di 3.500 euro che sarà erogato a conclusione delle attività ed una parte variabile legata al numero dei partecipanti all’attività.

Nella realizzazione delle attività progettuali dei centri estivi diurni, devono manifestare disponibilità a stipulare convenzione, tanto per progetti già avviati che per progetti ancora da avviare, attraverso la compilazione dello schema di “Manifestazione di interesse”, da scaricare dal sito internet del Comune, e presentazione, entro e non oltre le ore 11 del 17 luglio 2020, presso l’Ufficio Protocollo del Comune, con allegata relazione progettuale, redatta in conformità e nel rispetto delle prescrizioni contenute nelle “Linee Guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19”.

«Biancavilla vive una bella realtà di Grest, e non solo: volontari e ragazzi e che in estate sono da supporto a tante famiglie, riuscendo a colorare la nostra Biancavilla ed a trasmettere valori e principi che fanno crescere la nostra comunità – spiega il sindaco Antonio Bonanno -. La possibilità di poter sostenere queste attività, è un’azione che deve renderci felici in relazione ai bei momenti ed alle belle esperienze che potranno vivere i nostri figli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere...
Advertisement

Nero su Bianco Edizioni

UNA VITA ANCORA PIU' BELLA Memorie di un sopravvissuto. Lettere e riflessioni inedite di Gerardo Sangiorgio, il biancavillese deportato nei lager nazisti per avere detto "no" alla Repubblica di Salò. La sua è la vicenda di un "Internato Militare Italiano" raccontata nel nuovo libro di "Nero su Bianco", curato da Salvatore Borzì con prefazione di Francesco Benigno e contributi di Liliana Segre, Massimo Cacciari, Luciano Canfora ed altri esponenti della cultura italiana.

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili