Connettiti con

Biancavilla siamo noi

Piano Oliveri ridotto ad una discarica «Chi sporca ha una mente piccola»

Pubblicato

il

Salve Direttore,

vi scrivo per segnalarvi lo scempio di Piano Oliveri a Biancavilla. Una piazzetta storica del nostro paese trasformata in una vera e propria discarica. Il disinteresse verso questa zona del paese è disarmante!

Non voglio accusare nessuno perché chi sporca solitamente ha una mente così piccola da non capire quello che fa!

Invece vorrei proporre soluzioni come l’installazione di cestini, due alberi nelle aiuole e soprattutto telecamere per evitare che lo scempio si ripeta. Questa piazzetta in pieno centro storico va rivalutata!

Grazie all’eco mediatico del vostro sito, spero che si muova qualcosa in tal senso. Chi sporca non va assecondato ma moralizzato per il bene nostro e anche loro e dei loro figli!

Vi ringrazio in anticipo, cordialmente

Andrea Motta

BIANCAVILLA SIAMO NOI. Questo spazio è aperto a tutti i nostri lettori, affinché possano esprimere un pensiero, una proposta, un suggerimento su tematiche locali o denunciare disservizi, inadempienze, soprusi da parte della pubblica amministrazione. Chiediamo un’esposizione chiara e un linguaggio rispettoso nei confronti di tutti. Saremo ben lieti di ospitare i vostri contributi, nel segno della partecipazione attiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. V.Galvagno

    30 Agosto 2019 at 16:05

    Coloro che insozzano,sono gli stessi che si lamentano che Biancavilla è sporca.Sono individui,se così si possano definire,che abbisognano di essere curati. È inconcepibile ridurre a stato pietoso una piazzetta ,simbolo della nostra Biancavilla.Mi auguro che anche la vicina pizzeria contribuisca al decoro dell’ ‘area.Grazie per lo spazio.

  2. Giuseppe

    22 Agosto 2019 at 14:23

    Oltre alla spazzatura le strade sono impraticabili in questa zona, sono totalmente d’accordo sul mantenimento del centro storico ma queste strade sono abbandonate a se stesse prive di ogni manutenzione e ripristini da parte del comune tanto da dover cambiare ammortizzatori alla macchina molto spesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

«Chiusi in casa per causa Covid, nessuna risposta dagli operatori Usca»

Segnalazione di una mamma di Biancavilla: «Trattati come carne da macello, siamo esasperati»

Pubblicato

il

Devo segnalare, purtroppo, la mancanza di rispetto da parte degli operatori Usca. Mi sono ritrovata a dovere fare due telefonate di 50 minuti. Sono stata in attesa a lungo, senza ricevere risposta. Siamo persone che abbiamo necessità, dovuta a questo maledetto virus. Stiamo soffrendo a restare chiusi a casa.

Abbiamo chiamato per correggere degli errori fatti da loro, avendo messo in quarantena persone con ciclo vaccinale completo. Eppure non si degnano a risponderci.

Per favore, evidenziate questa situazione, nella quale si trovano altri come noi. Per favore, non siamo carne da macello. Non è giusto che veniamo trattati in questo modo al punto da esasperarci. Siamo persone che abbiamo bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili