Connettiti con

In città

Ex compagni di scuola si incontrano dopo 50 anni tra ricordi ed emozioni

Pubblicato

il

di Vittorio Fiorenza

Compagni di scuola, cinquant’anni dopo. Si sono rincontrati per un brindisi, nel ricordo del periodo liceale. Una reunion per rievocare quegli anni passati in classe e per parlare di quelli successivi al diploma, quando ognuno ha preso la propria strada, affermandosi negli studi universitari, nella vita e nella professione.

È stato un incontro speciale –tra emozioni e forse un benefico pizzico di malinconia– quello ospitato in un locale del nostro comprensorio, che ha raggruppato gli ex alunni della 3 A del liceo classico “Giovanni Verga” di Adrano (diversi dei quali biancavillesi). Ragazzi e ragazze che hanno preso la maturità nel 1969, epoca di grandi cambiamenti e rivoluzioni sociali.

Ciò che non è cambiato in ognuno di quei liceali –oggi quasi tutti in pensione– è il senso dell’amicizia. Così, anche coloro che risiedono ormai fuori Sicilia, hanno risposto all’appello per rivedersi dopo tanti anni e passare una serata insieme.

Un appello ideale, rifatto secondo l’ordine alfabetico riportato nel registro di classe, per Alfredo Bonanno, Maria Bua, Rosaria Bua, Vincenza Bulla, Giuseppe Calaciura, Nina Campo, Dino Caselli, Placido Chiavaro, Carmelo Cinardi, Andrea Greco, Ferdinando Leocata, Filippo Leocata, Aurora Leonardi, Franco Lorena, Pina Mancari, Pina Miraglia, Tanina Neri, Salvatore Petralia, Rosa Petrina, Francesco Stissi e Nello Toscano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Pino Carullo

    1 Agosto 2019 at 14:51

    Congratulazioni a Filippo Leocata e a tutti i suoi compagni di scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In città

Fu lui a progettarla, ora la rotatoria è intitolata all’ing. Pietro Antonio Furnari

Cerimonia per ricordare il professionista biancavillese scomparso prematuramente a 49 anni

Pubblicato

il

La sua morte improvvisa, all’età di 49 anni, aveva suscitato profonda commozione a Biancavilla, nel gennaio del 2023. L’ingegnere Pietro Antonio Furnari erano un professionista noto ed apprezzato.

Adesso, l’amministrazione comunale ha intitolato in sua memoria la rotatoria di viale Cristoforo Colombo, che era stata progettata proprio dallo stesso Furnari.

Alla cerimonia, oltre al sindaco Antonio Bonanno, hanno preso parte i familiare del professionista: la moglie, i filgi, le due sorelle. Presente anche il deputato europeo Marco Falcone e l’ex sindaco Mario Cantarella.

«Ho sempre ammirato – ha detto il primo cittadino – la dedizione e il garbo dell’ing. Furnari assieme all’amore per la propria città. Lo spazio a lui intitolato ha il valore di un ringraziamento di tutta Biancavilla a un figlio eccellente, la cui parabola umana e professionale è stata troppo breve».

Nella targa in suo ricordo, la scritta: “Ingegnere, persona perbene, esempio di altruismo, onestà e lealtà”.

L’ing. Furnari si era occupato da diverse opere pubbliche per conto di vari enti, non solo in provincia di Catania, ma anche in altre aree località della Sicilia. Tra i progetti seguiti, quelli riguardanti interventi di riqualificazione dei plessi scolastici “Antonio Bruno”, “San Giovanni Bosco” e “Luigi Sturzo” a Biancavilla. Sempre nella sua città d’origine, ha seguiti i progetti di consolidamenti delle chiese “Sacro Cuore” e “Santa Maria dell’Idria” dopo i danni subìti dal terremoto dell’ottobre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti