Connettiti con

Politica

Biancavilla premia i 5s (e la Lega): Giarrusso il più votato, poi Salvini

Pubblicato

il

Tenendo sempre in considerazione il dato più cocente ed allarmante – quello della diserzione ai seggi, che a Biancavilla (un tempo democraticissima e partecipativa) ha fatto restare a casa 7 elettori su 10 – l’analisi del voto per le Europee nella nostra città vede il Movimento 5 Stelle vincitore, seguito da Forza Italia e poi da una Lega, che racimola più consensi del Pd (a Biancavilla!).

Sì, è questo il quadro. L’astensionismo è il primo “partito”. Nei voti di lista il M5s si attesta al 30,14%, mentre Forza Italia è al 20,82% e la Lega al 18,37% (a segnare una X sul simbolo di Alberto da Giussano sono stati 1056 biancavillesi). A seguire il Partito democratico, sotto la soglia del 20% e del migliaio di voti: per l’esattezza 967, pari al 16,82%. Quindi Fratelli d’Italia, che ha ottenuto il 10,30% dei consensi. Percentuali da prefisso telefonico per tutte le altre forze.

Quanto ai candidati parlamentari, a Biancavilla il più votato è stato Dino Giarrusso (forte della popolarità di ex Iena): 637 voti. Dopo Giarrusso, i consensi dei biancavillesi si sono concentrati sul leader della Lega, Matteo Salvini, che racimola 523 voti (boom, rispetto ad altri due leader nazionali, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, che tra i biancavillesi hanno ottenuto rispettivamente 214 e 261 preferenze).

Fin qui, voti d’opinione. Quanto al voto più strutturato e d’apparato, nel Pd spicca il magistrato Caterina Chinnici con 502 voti, seguita dal medico di Lampedusa Pietro Bartolo (222) e l’uscente Michela Giuffrida (209). In Forza Italia, brilla Giuseppe Milazzo (594 voti) e a seguire Saverio Romano (416 consensi). Con 373 preferenze, il più votato di Fratelli d’Italia è l’ex sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Politica

Incivili della spazzatura “beccati” dalle telecamere: multe “salate” a Biancavilla

In trappola una decina di cittadini che hanno lasciato, in modo illecito, rifiuti nel centro storico

Pubblicato

il

Beccati alcuni sporcaccioni che insozzano di rifiuti il centro storico di Biancavilla a tutte le ore del giorno e della notte. Grazie ad alcune telecamere piazzate in punti invisibili, alcuni di loro sono stati “smascherati”. Le immagini non lasciano margini di dubbio. Sia di notte che di giorno c’è chi “deposita” in maniera illecita i rifiuti sulla pubblica via.

Grazie alle immagini, saranno notificati una decina di verbali. I trasgressori pagheranno una multa 600 euro, secondo quanto prevede la legge. Se si tratta di operatori commerciali – alcuni casi riscontrati rientrano in questa fattispecie – alla reitera del verbale scatta la sospensione dell’attività commerciale. 

«A fronte di un servizio di raccolta differenziata che pone Biancavilla tra i comuni con la percentuale più alta in Sicilia –dice il sindaco Antonio Bonanno– non si può pretendere di piazzare qualsiasi tipo di rifiuto a tutte le ore del giorno. Da tempo – come tutti sanno – c’è un calendario con le indicazioni che riguardano il rifiuto da conferire e gli orari da osservare: dalle 19 alle 5 del mattino».

«I “distratti”, ma anche i furbi e gli incivili –assicura il sindaco– avranno dura la vita. Il comportamento di pochi non può compromettere la bontà dei risultati fin qui raggiunti. Ringrazio l’assessore Vincenzo Mignemi per l’ottimo lavoro che sta coordinando per rendere pulita e vivibile la nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili